Giovanni Angiolini: "Tre ragazzi hanno tentato di aggredire mia sorella"

Lisa e Giovanni Angiolini raccontano il "tentato stupro" a Roma.


Domenica mattina, ore 9, a roma. Tre ragazzi hanno tentato di aggredire la sorella di Giovanni Angiolini, il 'Dottor G' dell'ultima edizione del Grande Fratello. Lisa - questo il nome della ragazza - era uscita a portare il cane a fare i suoi bisogni quando tre ragazzi l'hanno avvicinata: "Tutte le domeniche mi ritaglio un piccolo spazio per portare in giro il cane, sono uscita di casa verso le 9. Io stavo passeggiando con il mio cane quando si avvicinano tre ragazzi. Io mi sposto, cambio strada. Apparentemente erano tre ragazzi normali, poi cominciano ad insultarmi a distanza e avvicinarsi a me. Uno dei tre era particolarmente irruento ed esaltato, infatti continuava a toccarsi davanti a me e parlare con delle affermazioni che riguardavano il sesso. Io mi sono trovata da sola, non sapevo come reagire. 'Lasciatemi perdere, ho due bambini, lasciatemi andare', ho detto. Questi continuavano ad inveire ed avvicinarsi, avevo tre persone davanti a me che mi impedivano di camminare. Il cane abbaiava e ringhiava, io comunque non potevo fare niente".

Quindi l'intervento di quello che viene definito 'eroe': "L'edicolante si avvicina, distoglie l'attenzione ed i tre ragazzi si rivoltano su di lui. E' stato forte, ha rischiato le botte per me. E poi in suo aiuto sono subentrate altre due persone, i proprietari della falegnameria. Sono stati fantastici. Quando hanno visto la loro fisicità, allora questi ragazzi hanno desistito. Sono stati dei minuti interminabili, ho avuto paura. La paura più grande è stata non tornare a casa dai miei figli. Mi hanno tolto quella solarità che di solito mi contraddistingue"

"Credo sia normale avere cura dei propri cari ed avere paura - le ha fatto eco il fratello, Giovanni -, a volte ci si sente impotenti davanti a queste cose. Lei è stata aggredita sotto la sua abitazione, accanto ad una chiesa dove i bambini a quell'ora fanno catechismo. Pensa se ci fosse stata una ragazzina di quindici anni al posto di Lisa, a quest'ora staremmo parlando di un caso di cronaca ben più grave. Solo vincendo l'omertà, si riesce a sconfiggere questo tipo di violenze".

giovanni-angiolini-aggressione-sorella-lisa.png

  • shares
  • Mail