Verissimo, Rettore: "Durante Sanremo ho perso un figlio, oggi avrebbe 20 anni"

La cantante si confessa ai microfoni di Verissimo.

Rettore, interprete di tanti successi della musica leggera italiana - da Kobra a Lamette, passando per Splendido Splendente - è stata ospite di Verissimo, il programma del sabato pomeriggio di Canale 5 condotto da Silvia Toffanin. Oltre a parlare della sua carriera musicale e dei grandi successi, la cantante ha raccontato alcune vicende molto personali come la maternità mancata a cui ha rimediato grazie all'amore per i fan e i suoi amici a quattro zampe:

Non mi manca poi così tanto perché ho sopperito, mi son data da fare. Ho capito che di figli ne avevo tanti, il mio pubblico. Sui social ricevo molte richieste da ragazzini e ragazzine che non riescono ad interagire con i genitori e con me sì. Anzxi, voglio dire ai papà 'Non lasciate soli i vostri figli'. Spesso la madre c'è e il papà no'... Mio padre mi è stato presentissimo e quando non c'era lo andavo a cercare io.. Ecco, più che un figlio, mi è mancato un fratello o una sorella.

Il racconto poi si concentra su quel figlio perso durante un Sanremo di molti anni fa e che oggi avrebbe 20 anni. Il dramma ha reso più forte l'amore con il marito Claudio Rego:

Oggi avrebbe 20 anni. Ero a Sanremo, non c'ho fatto caso che ero incinta.. Non sono mai stata molto regolare, pensavo fosse lo stress. E invece, alla fine, è saltato fuori che l'ho perso. Come si affronta? L'ho affrontato molto inconsciamente, perché non ero cosciente, erano i primi tre mesi, altrimenti sarei stata attentissima. Sono i mesi più delicati ed io ero in tour. Questa cosa ha unito ancora di più me e Claudio.

Da quel momento - ha affermato Rettore - ha smesso di pensare di poter avere un figlio:

Subito ho messo da parte il mio sogno.. Ho pensato che qualcuno da lassù ha deciso che fossi solo del mio pubblico e non di una sola persona. Anche perché lo so, sarei stata una mammona, come mia mamma è stata per me.

  • shares
  • Mail