Lorenzo Fragola in un’intervista al settimanale Grazia ha annunciato di essere ancora fidanzato con Charazed Trabelsi, la ragazza con la quale sembrava aver rotto la scorsa estate. Ecco come l’ha descritta:

La mia ragazza è italo-tunisina-croata. Si chiama Charazed, ha 22 anni, studia all’Accademia di Belle Arti di Brera, a Milano, e fra poco si laurea. Ci siamo messi insieme il 29 marzo dell’anno scorso, il giorno prima dell’uscita del mio album 1995.

Il cantante lanciato da X Factor ha ammesso di essere molto cambiato rispetto a quando partecipò al talent show di Sky, ma ha al contempo assicurato di non essersi montato la testa:

Non sono né quello, né una star. Spesso si pensa che la vita del cantante significhi eccesso. Invece per me è il contrario, mi sto godendo molto di più ora la tranquillità del quotidiano, e do molto più valore di prima allo stare a casa a guardare tranquillamente un film.

Intanto Fragola, fresco di seconda partecipazione consecutiva al Festival di Sanremo, si è fatto incidere un nuovo tatuaggio. Una frase in greco “così nessuno la capisce” e che significa “mantieni i tuoi occhi fissi sulle stelle e i tuoi piedi per terra“.

Il cantante ha raccontato di vivere con il suo migliore amico Adriano e con un cane. Quindi non ha nascosto che i complimenti, anche per l’aspetto fisico, non lo infastidiscono affatto:

Non può dare fastidio l’essere apprezzati anche fisicamente. O fingi che non ti piaccia, o hai problemi col corpo. Tra “Che bel testo la tua canzone”, e “Wow, che occhi!”, non c’è differenza!

Fragola ha confessato di aver dedicato alcune canzoni ai suoi amori, ma niente nomi:

Non mi sento di dirlo, perché non lo sanno neanche loro. E a volte il bello è proprio questo: più le cose sono esplicite, meno si capiscono.

Infine, dopo aver escluso in modo categorico di poter pagare una donna per andarci a letto (“anche se avessi davanti la donna più bella del mondo, se si offrisse in cambio di soldi, lascerei perdere“), Lorenzo ha parlato del suo odio nei confronti del denaro:

Non so se ci crederà, ma davvero lo odio, lo spendo tutto. Non in sciocchezze, lo uso per gli altri. Non c’è una volta che chi esce con me debba pagare qualcosa. Questo è il mio modo migliore di impiegare i soldi che guadagno. Chi mi sta accanto o anche i miei genitori mi dicono sempre: “Ma che fai? Tienili!”. A me per vivere bastano 1500 euro al mese, tutto il resto mi serve, per esempio, per comprare a mamma i biglietti per il teatro Ariston a Sanremo e i voli da Catania a Milano.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più