Sanremo 2016, Valerio Scanu sulle unioni civili: "Ogni forma d'amore va tutelata"

Valerio Scanu sarà stasera sul palco dell'Ariston. Chi lo ha intervistato e gli ha chiesto cosa ne pensi delle unioni civili.

Stasera, sul palco dell'Ariston, ritroveremo tra i Big anche Valerio Scanu, che torna a Sanremo dopo la sua vittoria di sei anni con il brano "Per tutte le volte che". La sua, oggi, è una sorta di rivincita, dopo anni difficili sul fronte musicale. Una rivincita in cui ha avuto un ruolo importante Carlo Conti:

Fondamentale, mi ha preso a Tale e quale show due anni fa in un momento in cui la mia credibilità artistica era veramente poca, ero visto come personaggio televisivo polemico piuttosto che come cantante.

E le polemiche, Valerio, non riesce proprio a schivarle, visto che - quando gli si fa notare che a Sanremo hanno preso lui ma non Marco Carta, che far invece L’Isola - replica:

Non pensavo fosse interessato, tempo fa aveva scritto su Facebook che si dedicava alla carriera artistica e non aveva bisogno di fare reality.

spot scanu

Come non chiedergli, poi, del fatto che molti siano più interessati alla sua sessualità piuttosto che alla sua musica:

Credo che tutti vogliamo mettere il naso nella vita dei personaggi famosi e c’è sempre la caccia allo scoop. Ma ho sempre tenuto la sfera privata divisa dal lavoro.

E, a questo proposito - e in attesa di scoprire se sul palco indosserà anche lui i nastri arcobaleno pro-unioni civili - dice la sua sul riconoscimento dei diritti civili:

Ogni forma d’amore va tutelata, non siamo nel Medioevo, i diritti devono essere uguali per tutti: l’amore non ha sesso, età, religione, distanza.

  • shares
  • Mail