Caterina Balivo: "Il bisturi non mi appartiene. Ho paura di finire in un ospizio"

Caterina Balivo non ricorrerà mai alla chirurgia estetica: lo ha dichiarato a Gigi Marzullo nel programma Sottovoce

balivo rai1

Caterina Balivo ha messo a nudo le sue paure e le sue emozioni più private. Intervistata da Gigi Marzullo a Sottovoce ha ribadito che la sua vita non ruota intorno al successo:

"Alcune volte mi chiedo se potrei fare un altro lavoro, ad oggi quello più difficile è sicuramente quello della mamma. Oggi mi sento noiosa come le donne che lo dicono. Io posso fare tanti programmi, ma i miei punti di riferimento sono le cose che mi hanno insegnato mia madre e mio padre. E mio marito, che amo a pelle anche quando litighiamo. Tra di noi è una questione di chimica. Purtroppo a volte non mi godo le cose belle che ci capitano. Mi sono sposata e il giorno dopo ero a lavoro. Neanche a stare una settimana con mio marito per condividere le emozioni del matrimonio. Avevo comprato l'abito bianco su Internet pur di non dirlo a nessuno".

Eppure ammette che la sua vita è cambiata per il solo fatto di essere cresciuta sotto i riflettori, anche se invecchiare in video non la spaventa:

"Avendo cominciato a 17 anni a volte fai una vita parallela rispetto a quella reale, qualcosa in più ti dà e qualcosa ti toglie. Le rughe? Arriveranno e me le tengo. Il bisturi non mi appartiene, non è mai entrato nella mia faccia e nel mio corpo".

La più grande paura della Balivo è un'altra:

"Mi fa molta tenerezza vedere le persone anziane che fanno fatica ad aprire il portone o attraversare la strada. Io dico sempre che spero che accanto a me ci sia qualcuno che mi possa aiutare. Non ho paura della morte, ho paura a rimanere sola. Ho paura di andare in un ospizio, di finire la vita in maniera non dignitosa. Ecco perché sono molto sensibile con le ONLUS che aiutano le persone anziane e fanno volontariato a domicilio. Quella è la mia paura, la morte no".

Alla domanda ' atti una domanda e datti una risposta' la conduttrice ha così risposto:

"Riuscirò ad essere felice? La mia vita ora è più bella e finalmente serena. Sull'essere felice ogni volta dico che ci devo provare, la vita è breve e devi sapere che sei nata fortunata. Alcune volte ce lo dimentichiamo. Io nel mio piccolo ho avuto mio figlio che per tre settimane ha avuto un problema alla gamba. Ha avuto semplicemente il gesso. Ci sono persone che nascono così, noi abbiamo tutto e ce lo dimentichiamo. La malinconia è un sentimento che, quando arriva, cerco di mandarlo via. Per fortuna non mi sento mai sola".

  • shares
  • Mail