Brooklyn Beckham, 16 anni, realizzerà l'ultima campagna Burberry - la furia dei fotografi

Burberry affida la nuova campagna di un profumo al 16enne Brooklyn Beckham e scoppia la polemica.

LONDON, ENGLAND - JANUARY 11:  Brooklyn Beckham wearing Burberry attends the Burberry Menswear January 2016 Show on January 11, 2016 in London, United Kingdom.  (Photo by Gareth Cattermole/Getty Images for Burberry)

Può un ragazzino di sedici anni appena scattare una campagna pubblicitaria per un marchio come Burberry? Che voi ci crediate o meno, sì, può. Soprattutto se si chiama Brooklyn Beckham. Il 16enne figlio di David e Victoria Beckham, in passato volto del marchio, sarà infatti il fotografo della nuova campagna dei profumi Brit, con tanto di reporter live formato social. Il giovane Brooklyn, infatti, è una star Instagram, tanto dall'aver subito pubblicato on line una serie di scatti in anteprima dello shooting londinese, con tanto di hastag ad hoc: #thisisbrit.

Peccato che la polemica, immancabile, sia esplosa. Nel Regno Unito si è infatti parlato di 'nepotismo', senza girarci troppo attorno, con i social scatenati nei confronti del piccolo Beckham, di fatto 'assunto' solo e soltanto per il cognome che porta. Una 'rivolta web' che ricorda quella vista in Italia nei confronti di Aurora Ramazzotti, lo scorso anno travolta dalle critiche per il ruolo conquistato ad X-Factor. Proprio come Aurora anche Brooklyn è un 'figlio di', con tanto di sei milioni di follower Instagram e un futuro equamente diviso tra moda e cinema. La scelta Burberry è stata evidentemente 'mediatica', anche per indirizzare il marchio verso un pubblico più giovane, ma la polemica non si è placata. Anzi.

Chris Floyd, fotografo di moda, ha così sparato a zero dalle pagine del Guardian:

«La scelta di Burberry di assumere una stella di Instagram da milioni di fan è senza dubbio strategica, ma non ha nulla a che fare con la buona fotografia».

Immancabile la risposta di Christopher Bailey, direttore creativo dell'azienda:

«Brooklyn è un valido professionista con una visione fotografica estremamente sensibile. Inoltre Instagram rappresenta per lui una piattaforma magnifica per rappresentare il suo lavoro».

A chi dare ragione?

Fonte: DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail