Ha recitato in uno dei film più bollenti del 2015, eppure anche lei ha qualche problema quando si tratta di guardare una scena di sesso. Soprattutto se gli attori sullo schermo, grande o piccolo che sia, sono i suoi genitori, Don Johnson e Melanie Griffith.

Ovviamente stiamo scrivendo di Dakota Johnson, l’attrice americana meglio nota al grande pubblico per aver interpretato la virginea Anastasia Steele in Cinquanta sfumature di grigio, l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo erotico di E. L. James.

Intervistata di recente da The Edit, l’attrice 26enne ha confessato il fastidio provato in gioventù di fronte alle visione delle numerose scene spinte girate dai genitori.

C’erano anche delle cose che vedevo che non avrei voluto vedere. Come i miei genitori che fanno sesso con altre persone. C’è una scena in cui mia madre viene presa a schiaffi in faccia. In quell’occasione, persi la testa: non riuscivo ad accettarlo.

Vent’anni dopo, le parti si sono invertite e oggi è lei, Dakota, a “trombare” allegramente sul set. Nelle settimane successive all’uscita di Cinquanta sfumature di grigio, sia Don Johnson che l’ex moglie Melanie Griffith avevano dichiarato di non aver alcuna intenzione di vedere la pellicola. In fondo, si tratta di una scelta comprensibile: in quanti riuscirebbero a rimanere impassibili quando l’attore con cui è chiamata a recitare la propria figlia – in questo caso, il bellimbusto Jamie Dornan – pronuncia frasi come: “Io scopo. Forte“. Più che rimanere scandalizzati, si rischia di lasciarsiandare ad una fragorosa risata.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto