Francesco Coco: "Calciatori gay? Ultras massacrebbero un giocatore dopo coming out"

Francesco Coco ed il gossip: da donnaiolo a gay fino agli omosessuali nel mondo del calcio

francesco-coco.jpg

In occasione del derby Milan - Inter, Francesco Coco ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera in cui ha raccontato alcuni aspetti inediti della propria carriera sportiva e non solo; l'abbandono del mondo del pallone a soli 30 anni per seri problemi fisici, l'attività da calciatore costellata da vicende gossippare perché legato sentimentalmente ad alcune delle donne più belle dello showbiz come Manuela Arcuri; e, ancora, le bravate in discoteca tra una partita e l'altra; per finire, le voci di una sua presunta omosessualità dopo essere passato da incallito donnaiolo e l'invito, ai maligni, a mettersi d'accordo circa il proprio orientamento facendoglielo sapere in tempi utili.

Il giocatore è, inoltre, intervenuto sulla polemica tra Mancini e Sarri estendendo il discorso, anche, sulla difficoltà degli atleti gay a venire fuori senza temere necessariamente conseguenze nel lavoro:

La crescita dev’essere uniforme, deve comprendere tutto il calcio! Se un giocatore facesse coming out chissà cosa potrebbero fare gli ultras, lo massacrerebbero. Il mondo del calcio è assolutamente indietro sul fattore orientamenti sessuali quindi se dici ad un giocatore di venire allo scoperto poi succederebbe che si ritrovrebbe lasciato solo al massacro contro il mondo (del calcio).

In tempi di unioni civili, Family Day... scenari simili dovrebbero far riflettere tutti su quanto l'Italia, non solo dal punto di vista legislativo, sia indietro anni luce del resto del mondo. Quando si cambierà davvero?!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail