Amy Winehouse aveva la sindrome di Tourette? L'ipotesi della madre

'Loving Amy: A Mother's Story'. Arriva il libro sull'infanzia della Winehouse scritto da sua madre.

Amy Winehouse

In attesa di sapere se lo splendido Amy, documentario diretto da Asif Kapadia rinnegato dalla famiglia della cantante, vincerà l'Oscar, torniamo quest'oggi a parlare dell'indimenticata Amy Winehouse a causa della madre Janis Winehouse-Collins, che ha appena rilasciato un libro dal titolo Loving Amy: A Mother's Story.

Immancabile, ovviamente, il presunto scoop fino ad oggi taciuto, ad oltre 4 anni dalla morte che scioccò il mondo. Intervistata dal settimanale People, infatti, la donna ha confessato che la figlia potrebbe aver sofferto della sindrome di Tourette, disordine neurologico caratterizzato dalla presenza di tic motori e fonatori incostanti, talvolta fugaci, altre volte cronici, la cui gravità può variare da estremamente lievi a invalidanti. Un dubbio che Janis avrebbe sempre avuto, sin dai primi anni di vita della Winehouse.

'A volte strillava ciò che pensava senza motivo, potrebbe esser stata la sindrome di Tourette, ma non possiamo saperlo. Credo che lei avesse dei bisogni speciali quando era bambina, perché era troppo intelligente. Era un dono ed era dotata di qualcosa che era al di sopra della media. Questo mondo non era abbastanza per lei. Ma ha vissuto la sua vita intensamente'. 'Sapevo nel profondo del mio cuore che Amy era un angelo e un diavolo uniti in un’unica persona'.

Un libro quasi interamente dedicato all'infanzia di Amy, in attesa che papà Mitch dia vita al 'suo' documentario dedicato alla figlia, avendo definito l'acclamata opera di Kapadia una 'sciocchezza'.

Fonte: AceShowBiz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail