Leonardo DiCaprio, un agente gli consigliò di cambiare nome: “Troppo etnico”

L’assurda richiesta del primo agente di Leonardo DiCaprio: “Fatti chiamare Lenny Williams”

A pochi giorni dall’arrivo in sala di Revenant – Redivivo, il nuovo film con Leonardo DiCaprio, ha ripreso a circolare una dichiarazione del divo hollywoodiana rilasciata al sito Shortlist nel 2010.

Solitamente preferiamo non riscaldare la minestra fredda, ma l’aneddoto è talmente curioso che sarebbe un peccato non riportarlo, anche a distanza di cinque anni. Nella chiacchierata in questione, ricordando gli inizi della sua fortunatissima carriera, Leo aveva raccontato di quella volta che un agente tentò di convincerlo a cambiare nome.

Quando avevo 11 anni e cominciai ad avere voglia di recitare in maniera professionale, andammo da un agente che mi chiese di cambiare il mio nome in Lennny Williams

Il motivo? È più prevedibile di quanto possiate immaginare.

Pensavano che il mio nome fosse troppo etnico e quindi non avrei ottenuto molti lavori. [Quell’episodio] mi impedì di diventare attore per un paio di anni. Nel giro di due anni ritentai e un agente mi accettò con il mio nome.

Possibile che il signore in questione non avesse mai sentito parlare di star come Robert De Niro?

Ieri come oggi, Leo, che è figlio di un fumettista americano con lontane origini italiane, ce la fece senza scendere a compromessi: nel 2016, la ciliegina sulla torta di una carriera irripetibile sarebbe l’Oscar al Miglior attore protagonista. Chi ha visto Revenant – Redivivo parla di un DiCaprio in forma smagliante, ma non si possono escludere i colpi di scena dell’ultimo momento. Qualora andasse male, il divo potrà ritentare la fortuna il prossimo anno: magari sotto falso nome. Ché non si sa mai.

I Video di Gossip Blog

Ultime notizie su Leonardo di Caprio

Tutto su Leonardo di Caprio →