Sara Tommasi, la perizia al "membro" del p0rnoattore e la replica della showgirl

Il comunicato della showgirl riguardante il processo nel quale è parte offesa.

sara-tommasi-2016.jpg

Sara Tommasi, come purtroppo già sappiamo, durante il suo periodo "difficile" (giusto per usare un eufemismo), ha tentato suo malgrado un'improbabile carriera nella pornografia.

Il risultato di questa parentesi a luci rosse è un processo iniziato nel 2013 che vede imputati il produttore Federico De Vincenzo e il distributore Giuseppe Matera, indagati dalla Procura di Salerno con l'accusa di aver indotto la Tommasi a girare materiale hard dopo averle somministrato cocaina.

Il processo, recentemente, ha assunto tinte boccaccesche a causa di una notizia che, inevitabilmente, ha provocato l'ilarità generale: il pm Elena Guarino della Procura di Salerno, infatti, ha disposto una perizia sul pene dell'attore pornografico che recitò con Sara Tommasi nel film Confessioni Private, girato nel 2013 in un agriturismo di Buccino, paese in provincia di Salerno.

La decisione del pubblico ministero è arrivata dopo le dichiarazioni dell’attore hard in questione che ha affermato di essere stato sostituito dal cameraman, durante le riprese, dopo aver constatato che Sara Tommasi era in evidente stato confusionale, al punto tale da non permettergli di offrire una prestazione sessuale all'altezza. L'attore pornografico protagonista della pellicola, inoltre, ha sostenuto di aver subito un danno all'immagine.

Questa dichiarazione, quindi, supporterebbe la tesi di Sara Tommasi che ha sempre sostenuto di essere stata drogata e successivamente violentata sul set.

La consulenza tecnica è stata affidata ad un ingegnere elettronico che analizzerà il pene dell'attore del film Confessioni Private, esaminando il video fotogramma per fotogramma (probabilmente l'ingegnere in questione ha avuto incarichi migliori in passato...).

Nel frattempo, Sara Tommasi ha deciso di diramare questo comunicato con il quale ha ribadito di avere fiducia nella giustizia e con il quale si è augurata anche un buon 2016:

Relativamente alle notizie di fine anno riportate dalla stampa nazionale ed internazionale, sono e resto covinta che sarà la giustizia nel suo corso e nelle sue decisioni a dare le risposte agli accadimenti che mi hanno riguardato in precedenza. Chi scarica le responsabilità sulla mia persona è perché non è in grado di assumersele direttamente. Ed io voglio guardare ad un 2016 con impegno e determinazione, per esaltare quella professionalità artistica che hanno tentato di sopire. Se ne dovranno fare una ragione, ed ora amici avanti tutta verso traguardi migliori per tutti!

  • shares
  • Mail