Valeria Golino ‘festeggia’ i suoi 50 anni sulla copertina del nuovo numero di Vanity Fair. L’attrice ha parlato anche della relazione, ormai decennale, con Riccardo Scamarcio.

Dicono che sono seduttiva? Ma forse quello che qualche volta viene definito seduttivo connota un voler portare a sé le persone, un potere che vuoi avere su di loro. Non per scagionarmi, ma negli anni ho imparato a capire come sono, certi comportamenti, e penso che quello che viene preso per seduzione spesso sia invece un relazionarsi alle persone, un esserci. Se sono curiosa di te, se ascolto quello che dici, se mi interessa e c’è un’empatia reciproca, questo può anche essere travisato. Non succede spesso di “trovarsi”, e sempre di più, per circostanze della vita che facciamo, ci capita di essere tutti distratti, egoriferiti. Mi va bene che pensino che io sia maliarda. La cosa che però mi riempie davvero, e mi annoia di meno, è entrare in relazione con le persone. L’empatia con gli altri mi arricchisce, mi piace.

L’attrice, vincitrice della Coppa Volpi all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, ha ammesso di voler piacere a tutti:

Per mille motivi posso aver avuto, e ancora ho, la voglia di piacere. Ma ormai non voglio più piacere a tutti. Forse da più giovane era qualcosa di generico, era un vuoto che cercavo di colmare. Adesso scelgo le persone. Se piaccio sono contenta, ma non a costo di snaturarmi, di dire cose che non direi. Con l’età perdi tanto, però acquisti tanto altro. Questa cosa si è trasformata negli anni, è più consapevole e meno bisognosa. Anzi, l’idea di non piacere, di dire cose scomode, mi fa sentire più libera.

A proposito del traguardo dei 50 anni appena compiuti (il 22 ottobre scorso), la compagna di Scamarcio si è detta convinta che “c’è molto da scoprire in questa età. Ci sono anche rogne. Devi capire altre cose, come il tuo corpo cambia“:

Anche l’erotismo matura? Ma no, è solo il corpo che matura, l’erotismo rimane uguale a se stesso, anche se ci si adatta al passare del tempo. Io in realtà sono acerba nel mio erotismo e così rimarrò, credo. La difficoltà della vita è che tu resti la stessa, ma il corpo ti chiede di adattarti. Se non lo fai, potresti diventare una persona infelice.

A riguardo del fatto di non essere diventata mamma, la Golino che per 10 anni è stata insieme al collega Fabrizio Bentivoglio:

Credo che non avere figli precluda una serie di cose che mi sarebbe piaciuto avere, però ti dà la libertà di te stesso. Tu non sei il genitore di qualcuno, sei prima chi sei tu, mentre da madre sei prima quello e per sempre. Non avere figli continua a darti una specie di movimento che è tuo personale, individuale, ti fa restare nella giovinezza, hai solo responsabilità di te stesso e delle persone che ami. Detto questo, anche il desiderio del figlio rimane uguale: non vuol dire che, perché il corpo non può più, lo superi, come sempre ti adatti. Anche perché in parte è un desiderio indotto dalla società, e ormai avere figli anche a questa età è ancora possibile.

Infine, le dichiarazioni sul compagno Scamarcio, di 14 anni più giovane di lei:

L’intimità non è amica dell’erotismo. Io e Riccardo non siamo intimi, tratteniamo il mistero. Ho i miei misteri, lui anche, credo. Vorrei scoprirli, certo. C’è un teatro dell’amore e, quando questo nel quotidiano viene perso, si perde altro.

Il matrimonio, che sembrava imminente, è stato in realtà rinviato:

Ci siamo informati su come si fa a sposarsi, su quali carte bisogna prendere, e l’abbiamo fatto. Non avevamo una data e non avevamo neppure ben realizzato che quel passo avrebbe portato alle pubblicazioni. Era, appunto, un passo. Il primo. E poi, per quanto possa sembrare assurdo, non abbiamo avuto il tempo. L’intenzione c’è ancora. Non faremo un comunicato Ansa, ma prometto che a lei lo dirò.

La storia d’amore, dunque, prosegue:

Stiamo insieme. Non mi piace dire che ci amiamo, non è una cosa che si dice. Non si dice ai giornali, ma neanche agli amici. Si dice in alcuni momenti specifici. Comunque sì, stiamo insieme.

Ma l’eventualità del tradimento resta sempre dietro l’angolo:

Può succedere, soprattutto nelle storie lunghe, nei rapporti che vogliono sopravvivere. Quando ti raccontano di sodalizi che durano nel tempo, esempi a cui aneliamo, scopri poi che sono costellati di separazioni, tradimenti e ritorni.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto