Tosca D'Aquino: "A casa porto la mia amica Alena Seredova perché mi fido di mio marito"

Tosca D'Aquino ha svelato a F il segreto per un secondo matrimonio di successo: evitare la routine. E su Belen ha detto...

tosca daquino panariello

Tosca D'Aquino è un'attrice molto amata dal pubblico, che sta per ritrovarla in tv al fianco del suo amico Giorgio Panariello. Torneranno, infatti, insieme su Rai1 nello show Panariello sotto l'albero, in onda il 22 e il 23 dicembre.

Anche la sua vita privata procede a gonfie vele. Due anni fa si è risposata dopo undici anni di convivenza con il produttore Massimo Martino, da cui ha avuto Francesco, 10 anni, mentre dal precedente marito, l'ingegnere Mauro Gabrielli, ha avuto il figlio Edoardo di 16 anni, che oggi è in un college in Cina e lei andrà a trovare dopo Natale:

"Il mio unico 'scandalo', se così si può chiamare, è stato il divorzio. Il secondo matrimonio ha dato qualcosa di cui parlare. Da cattolica praticante ho vissuto la separazione dal mio ex marito come uno choc, quasi un lutto da elaborare, soprattutto perché non lasciavo un depravato. Mauro è in gamba, eccezionale, ma l'amore si era spento. Non avrei mai immaginato di iniziare subito dopo una nuova relazione, eppure è capitato. Ti innamori nei momenti più insospettabili e cavalchi l'onda. Comunque allora non avevo certo l'energia per sposarmi".

A convincerla è stata una lettera romantica:

"Come resistere? Ha fatto tutto a regola d'arte, Massimo, con l'anello e la dichiarazione. Da romantici viviamo anche un rapporto epistolare, ci scriviamo lettere d'amore molto belle. Sembriamo due amanti dell'Ottocento".

Ancora oggi hanno un rapporto molto sentimentale:

"Continuiamo a farci carinerie e coccole, partendo da piccoli gesti. Massimo, dopo 14 anni, mi versa ancora il vino, mi regge il cappotto, per farmelo indossare, mi tiene aperto lo sportello dell'auto. Regalini, messaggi, weekend fuori insieme. Per lavoro entrambi siamo sempre in giro e questo aiuta, non si crea una 'routine', e poi l'esserci trovati in età matura ha influito. Massimo non è mai stato sposato, io ho imparato dagli errori del passato. All'epoca del primo matrimonio, a 28 anni, ero immatura, pensavo che l'amore avrebbe aperto tutte le strade".

In compenso è Tosca a portare i pantaloni della coppia

"Mi considero la Merkel di casa. Anche i miei genitori mi hanno educato così".

La D'Aquino si fida talmente tanto del suo lui, da non aver paura che possa essere tentato da altre donne dello spettacolo:

"Non sono mai stata questa bellezza, ma carina sì, ho vissuto amori felici e belle amicizie anche con le donne. Porta a casa colleghe bellissime, da Alena Seredova a Roberta Capua, senza paura che mio marito mi molli per un'altra. Più dai libertà agli uomini e più te li ritrovi attaccati alla sottana".

Persino quando ha lavorato sul set con Belen non ha avuto timori, nonostante per lei "farebbe perdere la testa anche a un omosessuale".

Tosca D'Aquino, insomma, è soddisfatta della sua vita, perché con il suo ex marito fa fronte comune nell'educazione del figlio e "non ho mai sognato un Oscar, desideravo una famiglia e questo, a livello lavorativo, lo paghi. Niente compromessi e scorciatoie, come fare l'amante e cercare appoggi politici, altrimenti avrei avuto un tipo di carriera fulminante. Conservo una sana ambizione. Voglio lavorare con serenità".

Piripi, è il caso di dirlo.

  • shares
  • Mail