Alessandro Gassmann: “Sono un privilegiato, lo so. La scappatella di un uomo non è grave”

Alessandro Gassmann trova che il tradimento saltuario sia nel DNA della superficialità maschile: lo ha dichiarato al settimanale F

Alessandro Gassman non fa nulla per apparire modesto o umile. L’attore, che ha dato prova di una meravigliosa interpretazione nel film Gli ultimi saranno gli ultimi, ha rilasciato un’intervista piuttosto superba al settimanale F.

Uno dei temi più caldi affrontati è quello del tradimento, visto che lui nel film cornifica la Cortellesi. E Gassman jr, in fondo, lo riabilita in ottica maschile, come ha fatto per altri versi Ambra:

“Dipende da che tipo di tradimento. Il tradimento delle aspettative, ovvero scoprire che una persona è completamente diversa rispetto a ciò che ti ha fatto credere di essere, è imperdonabile. Gli uomini hanno un rapporto con il sesso molto più superficiale delle donne, perciò non ritengo una scappatella così grave”.

Quanto, invece, alla sua condizione di privilegiato, non gli pesa neanche un po’:

“Sono sicuramente un privilegiato. Sono nato benestante, ho deciso di fare lo stesso mestiere di mio padre e sicuramente all’inizio della carriera questo mi ha aiutato moltissimo. La cosa più bella che mi ha insegnato mio padre è svegliarmi la mattina e riconoscere quanto sono fortunato. Questo mi regala una qualità della vita altissima”.

Per questo, dal suo punto di vista, si dice ottimista sul futuro:

“Credo che la generazione di mio figlio abbia la possibilità di trasformare il mondo. I giovani dovranno essere intelligenti e sfruttare tutto il potenziale delle nuove tecnologie che ora sono solo nella fase iniziale del loro sviluppo. Detesto i pessimisti, quelli che mettono le mani avanti e che prevedono sempre sciagure. Non li sopporto perché sono abituato a supportare le persone e quasi mai viceversa”.

Lui è sposato con Sabrina Knaflitz dal 1998. A quanto pare il segreto del loro rapporto è litigare e far pace:

“Non siamo quasi mai d’accordo! Ovviamente il rispetto reciproco e fondamentale. E poi siamo autosufficienti, non credo che la vita di qualcuno debba appoggiarsi completamente su quella di qualcun altro. Bisogna prima occuparsi della propria persona per poi poterla regalare a chi si ama. Ci vuole equilibrio”.

Beato Gassmann che è così sicuro di sé…

I Video di Gossip Blog