Joss Stone, mezza ignuda e triste: la foto per la PETA

La foto senza veli di Joss Stone per l'associazione animalista PETA

2e89a38900000578-0-image-a-9_1447808812236.jpg

Ricordate Joss Stone? Fino a qualche anno fa si parlava di lei come the next big thing, la nuova stella della musica. Poi è arrivata Adele e il resto è storia. Ma Joss, nonostante qualcuno abbia tentato di sequestrarla e ucciderla - true story! -, è ancora viva e abbastanza famosa da essere ingaggiata come testimonial.

La PETA, la nota associazione animalista, ha voluto la 28enne inglese per la sua nuova campagna di sensibilizzazione, che punta ad attirare l'attenzione del pubblico sullo sfruttamento degli animali esotici da parte dei grandi marchi di moda. Nell'immagine, la Stone appare triste e semi-nuda - ma le due cose non sono correlate - con il corpo dipinto di squame. "Ci vogliono tre coccodrilli per fare una borsa - si legge nel testo che accompagna la foto - Dite di no alla pelle degli animali esotici".

Una foto pubblicata da Joss Stone (@jossstone) in data:


Nonostante non abbia tanta familiarità come ne ho con cani e cavalli, so che tutti gli animali hanno la capacità di soffrire.

Così la Stone ha lanciato l'immagine, che non mancherà di far storcere qualche naso alle celebrità che no, proprio non ce la fanno a rinunciare alle borse di pelle di coccodrillo.

L'immagine della PETA è accompagnata da un'inchiesta, realizzata dalla stessa associazione americana, che accusa la Hermes, un noto marchio di borsette di lusso, di utilizzare pratiche crudeli per ottenere il materiale necessario per i suoi prodotti. La società ha smentito le accuse tramite un comunicato diffuso alla stampa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail