Justin Bieber, fan in rivolta - 2000 dollari per un selfie?

Fan in rivolta contro Justin Bieber. Troppo costosi i biglietti per il nuovo tour

Justin Bieber, tatuaggi ad alta quota

Previsioni di vendita alla mano Justin Bieber farà sua la vetta Billboard grazie al tanto atteso ritorno discografico con 'Purpose'. Oltre mezzo milione di copie solo negli Usa dovrebbe vendere la nuova fatica del 21enne canadese, pronto a superare i rivali One Direction a pochi metri dal traguardo. Una 'sfida' a distanza che vedrà Justin trionfatore, anche se nelle ultime ore è comparso su Twitter un hastag molto polemico nei suoi confronti: "#justiceforbrokeliebers".

I fan di Bieber si sono infatti detti indignati per i pacchetti legati al tour che prenderà vita nel mese di marzo del 2016. I più ambiti costeranno infatti la bellezza di 2000 dollari. Con quel ticket si avrà la possibilità di stare attaccati al palco, di fare un giro nel backstage e di scattarsi un selfie con il proprio beniamino. A completare il tutto una targa celebrativa ufficiale legata al tour e un prodotto di puro e semplice merchandising.

Tutto questo, come detto, alla modica cifra di 2000 dollari. L'indignazione è ovviamente esplosa sotto forma social, anche perché l'età media dei fan del cantante è abbondantemente sotto i 20/23 anni. Ragazzi e ragazze, il più delle volte quasi bambini, che studiano e non lavorano, tanto da dover chiedere il denaro ai propri genitori per poter vedere Justin dal vivo, e possibilmente il più vicino possibile. Ma a che prezzo?

'2000 dollari per un selfie', 'non ci meritiamo simile trattamento', 'ma non ti vergogni'. Questi sono solo alcuni dei più teneri commenti rivolti all'ex di Selena Gomez, che al momento tace. Anche perché in promozione con un disco tra pochi giorni pronto al decollo, grazie proprio a quei fan ora 'spremuti' per un concerto. Il Purpose Tour partirà il 9 marzo a Seattle, per poi sbarcare in altre 53 città d'America prima di chiudere a New york il 18 luglio.



Fonte: AceShowBiz

  • shares
  • Mail