Amy Winehouse, classe 1983, nasce da una famiglia ebrea di musicisti jazz. La voce calda e il suo spirito irrequieto l’hanno portata con Rehab, in testa alle classifiche di tutto il mondo. Parlando di se stessa dice “Mi picciono le pin-up. Mi sento più uomo che donna. Però non sono lesbica – non prima di una sambuca comunque“. Amette di aver avuto un drastico calo di peso durante la pubblicazione del suo secondo album dovuto a problemi d’ordine psicologico “..un po’ di anoressia, un po’ di bulimia. Non sono del tutto ok ma credo che nessuna donna lo sia“. Barcolla ma non molla anche sul palco di The Charlotte Church Show, dove si esibisce dopo aver bevuto qualche bicchierino di troppo. Forse proprio di Rickstasy, il suo drink preferito (tre parti di vodka, una parte di Southern Comfort, una parte di liquore alla banana e una parte di Baileys). Questa bad girl ci piace, quantomeno è un simpatico diversivo rispetto allo stereotipo delle barbie umane che spuntan fuori come funghi dopo una giornata piovosa.

Via witz, wikipedia

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto