Totò Schillaci, l'ex moglie tenta il suicidio: "Non ricordo nulla"

Rita Bonaccorso, ex moglie di Totò Schillaci, parla a Domenica Live della sua delicata situazione...

schermata-2015-11-01-alle-17-05-38.png

Nel corso della lunghissima diretta di oggi, 1 novembre, Barbara d'Urso ha dato voce a Rita Bonaccorso, ex moglie di Totò Schillaci. La donna è coinvolta in una infinita questione giudiziaria che la vede ora, dopo 20 anni, ancora in lotta in tribunale per una causa di fallimento che adesso mette a rischio la sua stessa casa, quella in cui vive insieme ai suoi due figli da sempre. Questo l'avrebbe portata, secondo una serie di titoloni sui giornali degli ultimi giorni, al tentato suicidio.

La storia è tanto intricata ma ve la riassumiamo stando alle sue stesse dichiarazioni nel salottino tv di Barbara d'Urso:

Nel 1992 ho fatto da testimonial per una gioielleria. La proprietaria che ritenevo una mia amica, me l'ha chiesto perché a quei tempi ero la moglie di Totò Schillaci e potevo dare visibilità alla sua attività. L'ho fatto gratis e l'ho anche aiutata con l'allestimento del negozio, per amicizia. L'ho seguita, sempre per la stessa ragione, ad una fiera e lì lei mi presentava a tutti come sua socia anche se io assolutamente non lo ero. Un paio d'anni dopo la gioielleria ha subito una rapina e lei è stata dichiarata "fallita". Il problema è che in questa sentenza di fallimento sono stata coinvolta anche io perché i giudici credevano che fossi socia di quell'attività. Ora sono 20 anni che combatto tramite avvocati per dimostrare che così non era ma purtroppo, ad oggi, sono arrivati a chiedermi la casa. Sto rischiando di perdere casa mia, la casa in cui ho cresciuto i miei figli, senza un perché.

In studio era presente anche Jessica, la figlia di Rita e Totò, che ha difeso strenuamente la madre:

Avevo sette anni la prima volta che ho visto piangere mia madre per questa storia, ora ne ho 27 e non è cambiato nulla anche se lei è innocente. È una persona portata all'esasperazione senza un motivo.

Quindi la d'Urso è saltata a piè pari sulla questione del tentato suicidio: sui giornali si è letto che la donna sarebbe salita sul tetto di casa con una tanica di benzina. Lei non conferma né smentisce:

Per me il dono della vita è importante. Quel giorno parlavo al telefono con un mio amico ed ero disperata perché mancavano due giorni all'arrivo degli ufficiali giudiziari. Io non ricordo nulla, ricordo solo la mia inferriata tagliata e tutte le forze dell'ordine dentro casa. Ero da sola a casa.

La donna, infine, ha ribadito di non avere alcuna intenzione di lasciare la propria casa. Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane. Non abbiamo dubbi sul fatto che Barbara d'Urso ci terrà in aggiornamento costante sulla vicenda...

  • shares
  • Mail