Giovanni Conversano vuol fare il conduttore, da grande

Giovanni Conversano

Giovanni Conversano vuole far dimenticare al suo pubblico Uomini e Donne. O forse vuole solo dimostrare che puà fare più di quel che faceva come tronista. Visto gli dà una mano, con un'intervista lunghissima, neanche fosse una star hollywoodiana.

Un'intervista in cui l'ex tronista ammette di voler davvero andare oltre. Così, dopo l'esperienza che ha fatto come inviato di Unomattina Estate, adesso si fa le serate in Puglia per le selezioni di Miss Italia 2012.

Di una cosa bisogna dare atto a Conversano. Quando dice:

Io dal 2004, quando ho partecipato al reality sul calcio Campioni, ho sempre lavorato, grazie alla mia capacità di reinventarmi».

E infatti si è reinventato eccome. Tronista, conduttore di serate di piazza, inviato su Rai1, scrive sul Nuovo quotidiano di Puglia per diventar pubblicista.

E ora, il salto di qualità in vista? Lui dice di studiare. Vanta le sue due lauree (Scienze dell'educazione, e «una specializzazione»). Dice di aver una «buona capacità lessicale» e di «vedere le cose da tanti punti di vista».

Non solo: dispensa persino consigli.

«Alle ragazze [le aspiranti Miss, ndr] dico sempre di non trascurare gli studi e di non farsi condizionare da chi dice che anche con la laurea non si trova un lavoro. La cultura è alla base di tutto, anche in un concorso di bellezza»

E niente, va a finire che fra qualche anno ce lo ritroviamo veramente in prima serata su Rai1. Lui ci crede, e se mai se la prende con chi lo critica non per le sue capacità ma per i programmi che ha fatto:

In questo Paese chi ha fatto il Grande fratello o Uomini e donne spesso nel mondo dello spettacolo è considerato un criminale, neanche avesse commesso un omicidio».

Foto | TM News

  • shares
  • Mail