Pamela Anderson e l'epatite C: "Fortunata ad essere sopravvissuta, mi sento felice e benedetta"

La confessione schock dell'ex bagnina di Baywatch a People.

Canadian actress Pamela Anderson (L) and

E' la star indimenticata di una serie di successo come Baywatch nonché una delle modelle di Playboy più amate di sempre per le forme esplosive e giunoniche. Parliamo della biondissima e maggiorata Pamela Anderson, ora splendida 48enne.

La bella attrice canadese è tornata a parlare della pesante situazione riguardante la sua salute: nel 2002 ha infatti contratto l'Epatite C per via di un ago infetto adoperato per fare un tatuaggio insieme all'ex marito Tommy Lee (fece scandalo il loro filmino a luci rosse). La Anderson ha deciso di parlare approfonditamente della malattia alla rivista People alla quale ha confessato quanto si senta fortunata ad essere sopravvissuta:

Sono molto fortunata ad essere sopravvissuta all'epatite C. 16 anni fa me la presentarono come una condanna a morte. Credo che tutto questo sia stato molto importante per la mia autostima. Anche se chi mi guardava dall'esterno mi ha sempre visto fiduciosa, io mi sentivo davvero come se una nube scura incombesse su di me senza mai lasciarmi.

La nostra amata ed indimenticabile bagnina racconta anche della nuova terapia alla quale si sottoporrà a breve e che potrebbe portarla alla guarigione definitiva in tempi rapidi:

Non ho accusato danni al fegato né effetti collaterali. Sto vivendo la mia vita nel modo che voglio, ma la malattia potrebbe causarmi dei problemi, quindi la possibilità di utilizzare questo farmaco è una vera benedizione. Sono a metà strada. Sono davvero emozionata, mi sento felice e benedetta.

Inutile dire che siamo tutti con lei e incrociamo le dita!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail