Vincent Cassel è uno dei più famosi attori francesi contemporanei, noto a livello internazionale. Nel nostro paese, l’attore parigino è conosciuto anche per essere stato il secondo marito di Monica Bellucci, precisamente dal 1999 fino al 2013. Dall’attrice e modella umbra, Cassel ha avuto due figlie: Deva, nata nel 2004 e Léonie, venuta al mondo nel 2010.

Recentemente nelle sale cinematografiche con i film Mon Roi, Partisan e Il racconto dei racconti, Vincent Cassel si è messo a nudo in un’intervista con la quale ha parlato anche della sua ex moglie.

Prima di arrivare alle dichiarazioni dedicate alla Bellucci, Cassel ha parlato della vita di coppia in senso ampio. Queste sono state le sue affermazioni:

La coppia è qualcosa di impossibile. O, quantomeno, diciamo che per raggiungere un equilibrio ci vuole tempo. Mi guardo intorno: quanti uomini e donne stanno insieme per sempre senza dover fare enormi compromessi? Più conosci qualcuno, più riveli te stesso. E più sai che ci sono parti di te che sono impossibili da svelare.

Secondo il pensiero di Cassel, praticamente, è impossibile smettere di amare una persona:

Ho sentito dire: “Chi non è tuo amico oggi, non lo era stato nemmeno prima”. Lo stesso vale per l’amore. Se hai vissuto anni con qualcuno e poi non gli parli più, c’è qualcosa di sbagliato. L’ho sempre pensato: se una persona non ti ama anche oggi, non ti ha mai amato prima. Quando ti lasci, la rabbia, la gelosia, tutte queste emozioni possono interferire per un momento, ma poi devi ammettere che una donna è stata importante per te. Non puoi negarlo.

Il discorso, quindi, è inevitabilmente virato su Monica Bellucci. Cassel, dopo aver ammesso che, nonostante il divorzio, il rapporto con l’attrice italiana non fosse cambiato, ha smentito parzialmente quelle parole:

Oggi non sento che quelle parole siano vere, forse qualcosa tra noi è cambiato. Comunque, non credo di essere un’eccezione. Non penso che i miei problemi sentimentali siano diversi da quelli della mia vicina di casa. Cambiano i dettagli, per il resto siamo tutti identici. Solo che io, essendo un attore, non posso nascondermi.

Da un punto di vista professionale, invece, Cassel si è sempre rifiutato di portare l’intimità con sua moglie anche sul grande schermo:

Io e Monica parlammo con Gaspar Noè, anni fa, prima di girare il film Irreversible: voleva fare una specie di Eyes Wide Shut, con scene di sesso esplicite. Ho declinato subito l’offerta. Monica mi ha detto: “Perché lo hai fatto? Prima parliamone”. Poi abbiamo guardato Intimacy di Patrice Cheréau e altre opere simili: film veri, drammatici, con scene di sesso. E lì abbiamo capito che erano impossibili per noi, non potevamo metterci in quella situazione, non davanti a una telecamera. È un tabù? Non so, ma io voglio mantenere un certo tipo di distanza.

Parlando di se stesso, infine, Vincent Cassel è convinto anche che una persona, sostanzialmente, non cambi mai nel corso dell’esistenza. Per questo motivo, l’attore 48enne ha imparato ad accettare se stesso:

Credo che nessuno di noi cambi. Mi accetto di più e ho imparato a usare i miei punti di forza. Ma questo non significa che sono cambiato, non sono un’altra persona. Non sono una star, ma un attore. Non credo ai divi, sono un bluff. Mi creda, la celebrità è un trucco, ma alcuni lo scambiano per magia. Io sono solo un buon venditore di emozioni. E sono più orgoglioso di questo che di illudermi con la favola della star.

Foto | © Getty Images

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto