Temptation Island, Isabella e Mauro non si sono lasciati: la reazione di Marta Krevsun

La tentatrice è stata intervistata da Giada Di Miceli.

Ieri sera, martedì 28 luglio 2015, è andata in onda l’ultima puntata della seconda edizione di Temptation Island, docu-reality prodotto da Maria De Filippi.

L’epilogo riguardante la coppia formata da Isabella Falasconi e Mauro Donà, ex protagonisti del Trono Over di Uomini e Donne, è stato il seguente: Mauro, dopo aver ammesso di aver provato un’attrazione per Marta, ha manifestato l’intenzione di continuare la sua storia d’amore con Isabella che, dal canto suo, ha deciso di perdonare a Mauro la sbandata, dandogli una seconda opportunità.

Marta Krevsun, la tentatrice che ha fatto vacillare la relazione tra Isabella e Mauro, dopo aver capito che l’ex cavaliere non avrebbe lasciato la sua compagna, si è scagliata contro di lui, utilizzando anche frasi decisamente forti e inequivocabili (“Non mi hai accarezzato solo la mano, mi hai toccato le gambe e tutto il corpo, dovevi fermarti” – “Sei una persona falsa, hai tenuto il piede in due scarpe! Sotto le coperte con le tue manine volevi farti toccare le parti che dicevi tu”).

A mente fredda, Marta Krevsun, intervistata da Giada De Miceli, conduttrice del programma radiofonico Non succederà più, in onda su Radio Radio, ha comunque confermato di aver provato sensazioni reali e sincere nei confronti di Mauro:

Per quello che ho vissuto nel villaggio, posso dire che era tutto vero ed è stato un crescendo, un crescendo da entrambe le parti. Se provo un sentimento per lui? Sì, sicuramente è una persona a cui mi sono legata molto. In questo momento non saprei dire cosa c’è, però è una persona con cui si è costruito un legame. Tutto quello che è successo è frutto della verità, della naturalezza e della spontaneità. Tra due persone che provano un interesse reciproco, le cose si evolvono, non stanno ferme. È normale.

Se fosse stata al posto di Isabella, Marta non avrebbe reagito bene ma avrebbe comunque tentato di capire la situazione con maggiore razionalità:

Non so come mi sarei comportata se fossi stata Isabella, non mi sono mai trovata in quella situazione. Da fidanzata, però, avrei reagito male. Probabilmente avrei chiesto un confronto. Avrei voluto capire e approfondire meglio le dinamiche. Vedere da fuori delle scene che sono anche selezionate, non rende l’idea completa. Bisognerebbe conoscere bene le cose e poi fare il passo successivo. Anche se capisco che con il picco di emotività, la razionalità venga meno.

Commentando la sua esperienza nel programma, infine, Marta ha dimostrato di non apprezzare più di tanto la definizione di “tentatrice“. Marta, infatti, ha aggiunto che il suo obiettivo non è mai stato quello di distruggere una coppia:

È un programma che può avere tanti risvolti, magari gli stessi protagonisti non se l’aspettano. Anche il nostro ruolo, quello dei single, è molto delicato e definirmi “tentatrice”, fa subito pensare ad una ragazza che deve far scoppiare la coppia. In realtà non è proprio così, si tratta di instaurare rapporti normali, di conoscere delle persone, di imparare a riconoscere la loro psicologia. Io non mi sono mai sentita una tentatrice all’interno del villaggio.

I Video di Gossip Blog

Ultime notizie su Temptation Island

Tutto su Temptation Island →