Arrestato Wes Scantlin dei Puddle of Mudd

Il cantante dei Puddle of Mudd finisce di nuovo in manette

gettyimages-151273838.jpg

Nuovi guai legali per Wes Scantlin. Stando a quanto riferito dall'Associated Press, domenica l'artista 43enne, noto al grande pubblico in qualità di cantante della formazione post-grunge Puddle of Mudd, è stato fermato dalla polizia dello stato americano del Minnesota.

Il fermo si è reso necessario dopo l'inseguimento a cui la rockstar fallita ha costretto le autorità. Scantlin avrebbe raggiunto la velocità di 160 chilometri all'ora, ma la sua fuga è durata poco e la pattuglia alle sue calcagna è riuscito infine a fermarlo e sottoporlo all'etilometro. Si è così scoperto che il tasso di alcol nel sangue del cantante superava di quasi quattro volte quello consentito dalla legge (e fattelo un bicchierino).

Ieri Scantil è apparso davanti ad un giudice per rispondere delle proprie azioni. Dopo le normali procedure del caso, il componente dei Puddle of Mudd è stato rilasciato dietro pagamento di una cauzione.

Non è la prima volta che Scantlin finisce nei guai con la giustizia. Basta dare un'occhiata alla sua pagina su Wikipedia per scoprire che la parte dedicata alla violazione della legge è più ampia della discografia del gruppo.

Fra le altre cose, nel 2002 Scantlin era stato arrestato insieme alla compagna per violenze domestiche. Due anni dopo, il cantante ammise al pubblico di uno concerto di essere troppo ubriaco per portare a termine il concerto. Dopo essere stato bandito da Graceland, la casa-museo dedicata a Elvis Priesley, nel 2012 lo stato alterato del rocker aveva costretto un aereo ad un atterraggio di emergenza. Quando si dice "una vita spericolata". Ma i soldi, prima poi, finiscono. E allora sì che cominciano i guai.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail