Bianca Balti replica alle critiche per i chili in più: "Amo il mio corpo come non ho mai fatto prima"

La top model risponde alle critiche con un messaggio e delle foto con la piccola Mia.

bianca balti

Certo che il popolo della rete se da un lato è sempre vigile (nulla sfugge agli attenti internauti) e spesso è ironico, dall'altro sa essere implacabile ed ingeneroso, oltre che capace di trovare davvero il pelo nell'uovo..

E' il caso della splendida Bianca Balti, 31 anni, top model italiana di fama internazionale e da poco diventata mamma della sua secondogenita Mia (dopo Matilde, 7 anni).

La modella poco tempo fa era finita "sotto accusa" per la magrezza della piccola Matilde e aveva risposto senza mezzi termini.

Poi a finire sotto la lente d'ingrandimento degli utenti social era stato il suo di peso: la Balti, a differenza di molte altre mamme dello spettacolo, non ha cercato di perdere immediatamente il peso accumulato durante la gravidanza ed ha mostrato nelle foto una linea leggermente più morbida. Tuttavia, parliamo comunque di un fisico che il paio di chili in più dell'esser diventata mamma da poco non ha fatto altro che valorizzare. Eppure qualche critica le è arrivata.

Così, attraverso uno stato su Facebook, accompagnato da una serie di tenere foto in compagnia della piccola Mia, ha risposto a quanti hanno sottolineato il cambiamento:

Dopo aver avuto una figlia, a 31 anni, amo il mio corpo come non ho mai fatto prima. Mi ha dato la forza di far crescere mia figlia dentro me, partorire e darle ogni giorno il mio latte. Per questo motivo lo amo e lo rispetto. Me ne prenderò cura, nutrendolo e allenandolo per fare in modo che sia sempre al meglio delle sue abilità. er la prima volta nella mia vita non darò il mio corpo per scontato e lo nutrirò come necessita.

Per una volta che una top model sdogana "la normalità" dell'esser mamma, non ci sembra proprio il caso di indugiare in critiche futili. Giudicate voi stessi:

Feeling very blessed today and always!!! 󾬕󾆯󾍘

Posted by Bianca Balti on Martedì 23 giugno 2015
  • shares
  • Mail