Tea Falco: "Mi piacerebbe un figlio da Stromae"

Ospite del Giffoni Film Festival, Tea Falco ha aperto la 45esima edizione incontrando i giurati e raccontandosi, tra sogni e passioni.

004_giffoni2015_tea-falco.jpg

"Mi piacerebbe avere un figlio da Stromae"

Tea Falco lo dichiara, con un sorriso, nell'incontro con i giurati del Giffoni 2015 nella prima giornata della 45esima edizione. Rispondendo alle domande dei ragazzi delle sezioni Generator +13, +16, +18 ha 'confessato' uno dei suoi desideri, quello di un figlio mulatto. Un 'sogno' che ha in qualche modo realizzato con il ruolo di Lia Picchioni in Sotto una buona stella, di Carlo Verdone, in cui interpretava proprio la madre single di una bimba di colore.

La predilezione per Stromae non ci stupisce: straordinario autore e fenomenale interprete, il cantautore belga ha conquistato anche per le sue capacità attoriali sia in scena che nei videoclip. Nel frattempo la Falco, raccontando del videoclip realizzato per Cesare Cremonini, ha raccontato anche di aver "dormito nel letto di Cesare... per finta". Un aneddoto che ha strappato un sorriso sia all'attrice che ai suoi interlocutori.

Intanto Tea Falco ha monopolizzato il photocall: il suo look non è passato inosservato e ha incuriosito, soprattutto per l'acconciatura, molto hippie. I giurati pare abbiano apprezzato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail