Cara Delevingne e la bisessualità: "Non è una fase"

Cara Delevingne sull'amore con la cantante St. Vincent: "Sono chi sono"

gettyimages-480416794.jpg
Cara Delevingne è ritornata a parlare della sua sessualità. La modella prestata al cinema - il 3 settembre 2015 sbarcherà nelle sale italiane con Città di carta, adattamento dell'omonimo libro di John Green - ci ha tenuto a mettere le cose in chiaro dopo che in un recente articolo su di lei comparso su Vogue si era lasciato intendere che la sua bisessualità fosse passeggera, scatenando le critiche di una parte della comunità LGBT.

Intervistata dal New York Times, la Delevingne ha dichiarato:

La mia sessualità non è una fase. Sono chi sono.

La donna che ha conquistato la modella inglese altri non è che St. Vincent, nome d'arte della cantante Annie Clark, con cui, si mormora, la Delevingne vorrebbe convolare a nozze. Pettegolezzi a parte, la 22enne inglese ha spiegato che l'amore la ha aiutata a concentrarsi quando si è trattato di calcare il set per le riprese del suo ultimo film.

Se ami qualcuno, puoi stare con lei come se non ci fosse nessun'altra nella stanza. Recitare è la stessa cosa. Significa prendere quella sensazione e accenderla in moda che null'altro importa quando stai guardando il viso di un altro attore.

Nell'intervista sopracitata con Vogue, l'amica del cuore di Taylor Swift si era lasciata andare ad una vera e proprio dichiarazione nei confronti della sua compagna.

Credo che essere innamorata della mia ragazza sia una parte importante del perché sono così felice di essere me stessa in questi giorni. E il fatto che queste parole escano dalla mia bocca è effettivamente un miracolo. Mi ci è voluto un bel po' per accettare l'idea di essere attratta dalle donne, finché non mi sono innamorata per la prima volta di una ragazza quando avevo 20 anni e ho capito che lo dovevo accettare.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail