Amber Heard rischia fino a 10 anni di carcere

La moglie di Johnny Depp nei guai con la giustizia australiana. C'entrano i cani del marito. O alla fine erano i suoi?

gettyimages-479059198.jpg
Ve la ricordate la storiaccia dei cagnolini di Johnny Depp? Ecco, a finire nei guai adesso è la moglie della star hollywoodiana. Poche ore fa Amber Heard è stata formalmente incriminata dalla giustizia australiana: le accuse - sono due - sono di aver introdotto illegalmente i cagnolini della coppia, Boo e Pistol, e di aver fornito una documentazione falsa. L'attrice, nella remota ipotesi venisse condannata per entrambi i capi d'imputazione, rischierebbe fino a 10 anni di detenzione e una multa di 75mila dollari. La prima udienza del processo è fissata per il 7 settembre.

Stando all'accusa, la coppia non avrebbe sottoposto i cagnolini al loro seguito alla quarantena obbligatoria per tutti gli animali che sbarcano in Australia (sapete com'è, tutta quella roba dell'ecosistema fragile...BLA BLA BLA!). Heard si trova con il celebre marito nel paese per sostenerlo durante le riprese del quinto film della saga Disney I Pirati dei Caraibi.

Due mesi fa era stato il ministro australiano dell'agricoltura, tale Barnaby Joyce, a invocare una punizione esemplare per i coniugi Depp.

È arrivato il momento che Pistol e Boo si levino dalle palle. Gli sono rimaste 50 ore per rimuovere i cani. Può metterli sullo stesso jet sul quale è arrivato e farli andare via dalla nostra nazione. Abbiamo scoperto che li ha fatti intrufolare perché lo abbiamo visto mentre li portava da un parrucchiere per cani. Ora il signor Depp deve rimpatriarli in California o dovremo sopprimerli. Solo perché è Johnny Depp non significa che sia esente dalla legge australiana.


Gli amici a quattro zampe dei due VIP non corrono più pericolo - sono rimpatriati negli Stati Uniti con un jet privato, alla faccia della vita da cani - ma Amber Heard rischia di macchiarsi la fedina penale per una leggerezza ingiustificabile

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail