Colin Farrell, 20 anni fa sospettato di tentato omicidio: "Assomigliavo al colpevole"

L'alibi: "Mi stavo facendo di ecstasy dall'altra parte della città"

gettyimages-475799614.jpg

Colin Farrell continua a stupirci. Dopo aver ammesso di non avere una donna fissa da 4 anni - ma non piangete per lui, perché tromba più di voi - l'attore irlandese ha raccontato un bizzarro episodio accadutogli in gioventù. Ospite del talk show condotto da Jimmy Fallon insieme al collega Vince Vaughn, Colin ha rivelato di essere stato fra i sospettati di un tentato omicidio.

Quando ero ancora un adolescente, sono stato portato in caserma per un interrogatorio in quanto sospettato di un tentato omicidio.

La confessione è stata mormorata nel bel mezzo del giochino organizzato da Jimmy Fallon per i suoi ospiti, intitolato "due verità e una bugie". Vista l'assurdità della situazione, si sarebbe potuto pensare che la star 39enne stesse scherzando. Invece, con grande stupore di tutti, si è scoperto che Colin era sincero.

I poliziotti mi fecero accostare e mi mostrarono una foto del ritratto a matita del tipo che aveva provato ad uccidere un altro signore. Lo aveva malmenato, lasciato nel suo appartamento, dato fuoco all'appartamento ed era fuggito. Quello nella foto ero io. Mi chiesero: "Cosa pensi di questa immagine?". E io: "Penso che sono nei guai".

Come potete immaginare, l'esperienza si rivelò tutt'altro che piacevole.

Fu terrificante. Sono rimasto lì per 6 ore. Fortunatamente, un mio amico aveva un diario e quella notte, a quell'ora, ci trovavamo in una festa dall'altra parte della città a strafarci di ecstasy.

Un alibi di ferro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail