Gabriel Garko: "Botox? No, avevo problema di salute. Foto alterate per deformare il volto"

L'attore si giustifica dopo essere apparso più gonfio del consueto in tv

Dopo giorni di silenzio è arrivata oggi la risposta di Gabriel Garko alle chiacchiere sulla sua faccia, risultata più gonfia del solito a L'Arena, il programma di Massimo Giletti a cui ha partecipato come ospite domenica scorsa. L'attore ha scelto il quotidiano La Repubblica per replicare (con tanto di box in prima pagina) e per spiegare che no, la deformazione del suo volto non è stata causata dal botox o da qualche ritocchino mal riuscito:

In tv non stavo benissimo, ero un po’ gonfio, ho un problemino di salute. Ma quello che è successo dopo è incredibile. Mi ha fatto rendere conto di un realtà a cui non volevo credere, Giletti mi ha ospitato perché qualcuno aveva scritto che sono l’ultimo divo in Italia e non è vero. Quello che è successo mi ha dato la conferma che lo sono. Come ho reagito? Male. È stato tutto gratuito, c’è gente seduta davanti a un computer e scrive qualunque cosa, io ci metto la faccia.

Garko pensa che qualcuno abbia ritoccato la foto che poi ha fatto il giro della rete, finendo sui social network e provocando commenti piuttosto velenosi:

L’ho vista e mi è preso un colpo. Ma ero davvero così? Mi è venuto il dubbio, ogni tanto purtroppo mi capita di gonfiarmi, poi ho detto: alt c’è qualcosa che non va. Con un gruppo di amici a casa ho provato a rifare quell'espressione, non riesco a gonfiarmi in quel modo, i denti sembravano limati. Li vede? Sono normali. È una foto fatta dal televisore, ed è stata alterata cercando l’angolazione peggiore per deformare il volto. Prenda il cellulare, così le faccio vedere.

L'attore ha spiegato di non essere contrario alla chirurgia estetica perché "faccio un lavoro in cui l’estetica conta":

Ho avuto la fortuna di strappare la faccia a mia madre: ha più di 70 anni, ed è bellissima. Recitando devi mantenere la tua faccia. Non mi piace dare giudizi pesanti, non voglio che mi giudichino per quello che penso ma per quello che faccio. Ma quando vieni attaccato così ferocemente, il leone in gabbia deve uscire e sbranare qualcuno.

Che tradotto significa che potrebbero esserci azioni legali:

Gli avvocati stanno valutando i danni, per me è stato un danno. Basta con chi si diverte alle spalle di qualcuno, è vero che sono un personaggio pubblico, ma non è sempre vero che “l’importante è che se ne parli”. Da questa storia uscirò più vincente di prima ma mi ha ferito. Ho scoperto che c’è tantissima gente infelice. E invidiosa. Sono contento, almeno una volta hanno goduto, li ho reso felici. Fin da piccolo la mamma mi ha insegnato l’altruismo.

Infine, interpellato sulla bellezza, Garko si è definito una "mign*tta", in senso lato non fisico, eh:

Bello. Lo specchio ce l’ho solo in bagno. Sono narcisista non lo nego, sono anche una grandissima mignotta ed è giusto che un attore lo sia, in senso lato non fisico: devi sedurre la macchina da presa. Quando mi chiedono: “Ti senti bello?”, mi chiedo: ora devo fare la figura del cretino o dell’arrogante? Non c’è mai la risposta giusta. Se sono qua è grazie al mio fisico.

gabrirs

  • shares
  • Mail