Fedez in difesa dei No Expo: "La vernice indigna più della mafia"

I tweet del rapper milanese.

fedez no expo

Domani, venerdì 1° maggio 2015, ci sarà l'inaugurazione dell'Expo 2015, l'esposizione universale che, per quest'edizione, avrà come tema principale il cibo ("Nutrire il pianeta, energia per la vita").

Oggi a Milano, però, si è respirata un'atmosfera decisamente tesa a causa del primo corteo No Expo (domani ci sarà la vera manifestazione) che ha attraversato il centro di Milano: circa mille persone, tra i quali studenti, universitari e militanti degli antagonisti e dei collettivi No Expo, si sono presentate in centro verso le 10 di mattina e due di loro sono riusciti a salire sul tetto dell'Expo Gate per srotolare uno striscione con su scritto "Grande evento uguale grande bufala. No Expo: un altro mondo è possibile".

La polizia, in tenuta antisommossa, ha effettuato una carica di alleggerimento davanti alle vetrine di Manpower che sono state oggetto di lanci di uova, fumogeni e sassi. Anche la sede dell'Enel è stata imbrattata. Il corteo è arrivato fino alla sede della Regione.

Il rapper Fedez ha deciso di manifestare pubblicamente la propria vicinanza ai protagonisti del corteo No Expo, pubblicando una foto dello striscione precitato e un breve commento: "Sono con voi".

Il tweet in questione, però, per un motivo ignoto, è stato prontamente rimosso.

Nessun ripensamento, però, da parte di Fedez che, con i tweet successivi, ha continuato a sposare la causa dei movimenti No Expo con queste dichiarazioni:

I danni dei No Expo sono poca cosa rispetto alle infiltrazioni mafiose e alle speculazioni economiche di Expo. Indignati a giorni alterni. La vernice sui muri dei #NoExpo indigna più delle infiltrazioni mafiose di Expo.Di questo passo daranno la scorta di Stato agli imbianchini.

Fedez ci ha anche tenuto a precisare che i No Expo non si sono resi protagonisti di atti violenti:

Nessuna attività o negozio di privati CITTADINI è stata toccata dai #NoExpo a breve vi do una lista, che per i giornalisti è troppo faticoso. La lista degli edifici imbrattati datami da un #NoExpo. Qui si spiega perchè sono atti di protesta e di non vandalismo.

Fedez, sempre attraverso Twitter, ha anche contattato Andrea Bocelli, protagonista del concerto d'inaugurazione di Expo 2015, e la conduttrice Antonella Clerici, che presenterà la serata d'inaugurazione, per chiedere loro un'opinione riguardo le motivazioni di questo corteo:

Visto che inaugurate Expo, cosa ne pensate delle infiltrazioni mafiose e del lavoro sottopagato? @AndreaBocelli @antoclerici #VIP #VERYVIP

Anche in questo caso, Fedez non ha avuto timore ad esporsi in prima persona e il fatto che il suo pubblico, composto prevalentemente da giovanissimi, possa interessarsi a queste tematiche, grazie ai suoi tweet, è un fatto positivo.

  • shares
  • Mail