Stefania Pezzopane e Simone Coccia, Lucia Bramieri: "Lui è un galletto, ci ha provato con me!"

La nuora di Gino Bramieri, intervistata dal settimanale Nuovo.

Sulla discussa coppia composta da Stefania Pezzopane, senatrice del Partito Democratico, e Simone Coccia, ex spogliarellista ed ex corteggiatore di Uomini e Donne, continuano a piovere copiosi rumors di ogni tipo.

Dopo le foto ambigue di Simone in compagnia di una sexy star, pubblicate dal settimanale Novella 2000, questa volta è Lucia Bramieri ad aver seminato zizzania, come si suol dire, tra le due parti con una dichiarazione che potrebbe essere ben presto approfondita in uno dei salotti condotti da Barbara D'Urso.

Lucia Bramieri, infatti, è stata proprio "lanciata" dalla conduttrice napoletana nei programmi Pomeriggio Cinque e Domenica Live: la nuora dell'indimenticato Gino Bramieri, infatti, è stata protagonista di una guerra a distanza con Angela Baldassini, ultima compagna di Bramieri. Il motivo della disputa, ovviamente, è l'eredità dell'attore e comico milanese.

Cosa c'entra, però, la nuora di Gino Bramieri con la coppia formata da Simone Coccia e Stefania Pezzopane?

Molto semplice. Lucia Bramieri ha svelato che Simone Coccia avrebbe tentato un approccio esplicito con lei tramite una serie di sms hot che lui le avrebbe spedito.

Intervistata dal settimanale Nuovo, la vedova Bramieri (Lucia era sposata con Cesare Bramieri, anche lui purtroppo deceduto) ha vuotato il sacco:

Ho deciso di parlare perché mi ha dato fastidio vederlo ostentare il suo amore in tv. Se due si amano e lo fanno in modo disinteressato, che bisogno c’è di andare a raccontarlo in tutte le trasmissioni? Per me la Pezzopane è una vittima: quel ragazzone che sventola il suo amore scrive tenerezze ad altre donne nella notte. E si soffre, specialmente ad un’età come la nostra, quando magari si crede di aver trovato la persona giusta.

lucia bramieri

Lucia Bramieri ha svelato com'è nata la conoscenza con l'aitante ex spogliarellista. All'inizio, sembrava una semplice amicizia, con il beneplacito di Stefania Pezzopane tra l'altro. Poi, si sarebbe trasformata in qualcosa di più imbarazzante:

E’ nato tutto con un’amicizia virtuale su Facebook. In quel periodo circolavano foto mie e sue come possibili concorrenti dell’Isola dei famosi. Da lì è nata questa conoscenza e ci siamo scambiati i numeri di telefono. Non ho avuto problemi, sapevo che era fidanzato con una senatrice che neanche conoscevo. Mi diceva che sarebbe potuto venire a Milano per incontrarci, anche con la compagna. Lei l’ho sentita una sola volta per un saluto. E’ stata molto carina. Mai però avrei pensato che lui mi avrebbe mandato dei messaggini durante la notte, un po’ fuori da quello che era il comune chiacchierare. Una notte mi ha scritto che era solo e che gli sarebbe piaciuto avere la mia compagnia. Mi chiedeva se avrei avuto problemi a farmi pizzicare in una situazione piccante. E vi risparmio tutto il resto. La prima cosa che ho pensato è stato chiedergli se non avesse una fidanzata alla quale rendere conto. Lui mi ha sempre detto che erano cose che riguardavano il suo privato. Non so cosa gli sia scattato in mente: non l’ho mai provocato, neanche per scherzo.

La Bramieri, quindi, ha definito Coccia un "galletto" che, tra l'altro, ha anche peccato di superficialità:

Sto dalla parte della Pezzopane. Noi donne, quando siamo innamorate, non diamo retta a nessuno. Ma per me lui è un galletto; mi sono sentita a disagio e in imbarazzo. Viene a tampinare me, che ho l’età della sua compagna, che senso ha? Fatto sta che ancora una volta è andato in tv a sbandierare il loro amore, cercando di convincere gli spettatori dell’autenticità del rapporto.

L'intervista si è chiusa con una serie di consigli elargiti all'ingenuo Simone:

Impara ad essere umile, un po’ di notorietà non basta per definirsi artista. Ci vuole sacrificio, impegno e soprattutto... Ci vuole talento!

Il riferimento è alla canzone Numero zero che Lucia Bramieri ha definito di "cattivo gusto".

  • shares
  • Mail