Barbara D'Urso sulla denuncia dell'ex marito: "La vittima sono io: mi ha tradito e ha un'altra famiglia"

In un'intervista a La Stampa, la conduttrice dà la sua versione dei fatti sulla vicenda giudiziaria contro l'ex marito.

Ha fatto scalpore, ieri, la notizia della denuncia di Michele Carfora ai danni dell’ex moglie, la nota conduttrice tv Barbara D’urso, per violazione degli obblighi di assistenza familiare. L’accusa è di non aver versato, dal divorzio ad ora, la cifra del mantenimento stabilito dal giudice in mille euro mensili, per un totale che si aggirerebbe ora sui 40 mila euro.

La D’Urso ieri non ha rilasciato alcun commento sulla vicenda, né dalle sue pagine social, né in trasmissione, a Pomeriggio Cinque. Stamattina però arriva la sua versione dei fatti, dalle pagine de La Stampa. E, come sempre accade in queste vicende, è bene ascoltare entrambe le campane per farsi un’idea oggettiva di come sono andati davvero i fatti.

La conduttrice tutti i torti non ce li ha, visto che è lei quella ad essere “cornuta e mazziata”, per usare un detto tipico delle sue zone:

"Dico no a passare per una che non rispetta la legge e non paga gli alimenti. Proprio io, che mi batto sempre in nome della giustizia per difendere le donne vittime dei soprusi. No ad essere praticamente obbligata a dover versare questi mille euro al mese, per un totale attuale di 40 mila, mentre in realtà la causa non si è ancora conclusa perché ho presentato ricorso in appello. E dico no ad essere considerata il carnefice mentre in realtà sono la vittima: il mio ex marito non solo mi ha tradito, tanto da indurmi a chiedere la separazione con addebito, ma si è rifatto una vita con un'altra donna dalla quale ha avuto una figlia che ora ha tre anni".

1012-180914-verissimojpg

Le cose quindi stanno così: è vero, c’è una sentenza in sede di divorzio che la obbligherebbe a versare il mantenimento all’ex marito, ma lei quella decisione l’ha impugnata e non si è ancora arrivati alla conclusione del procedimento. Inoltre, il ballerino non solo l’ha tradita, ma ora ha anche un’altra famiglia. Barbarella ha quindi i suoi buoni motivi per non voler pagare.

In punto di diritto, nella stessa intervista, interviene anche l’avvocato Paolo Colosimo, che assiste la conduttrice:

"La vicenda giudiziaria non è ancora terminata. Mentre infatti la mia cliente e l'ex marito siglarono la separazione consensuale stabilendo che ciascuna della parti provvedesse autonomamente al proprio mantenimento, in sede di divorzio il giudice civile sancì la necessità che la signora elargisse un assegno mensile di mille euro. Decisione contro la quale è attualmente pendente un ricorso, presso la Corte d'Appello di Roma."

A questo punto non resta che attendere sia la pronuncia della Corte d’Appello, sia la decisione che prenderà il pm in relazione alla denuncia a carico della D’Urso. Che ora può tornare indisturbata alle sue trasmissioni e ai suoi ascolti vincenti.

  • shares
  • Mail