Proprio quando sembrava essersi dato una bella calmata, ecco arrivare il colpo di scena a sorpresa. Justin Bieber è infatti ufficialmente diventato un ricercato. Wanted! Lo scorso 8 aprile Alberto Julio Banos, giudice argentino, ha emesso un mandato d’arresto nei confronti del 21enne cantante canadese. Il motivo? Bieber non si è presentato in qualità di testimone nel processo nel quale è stato accusato di fatto aggredire un paparazzo argentino fuori da una discoteca. Era il 2013, Justin era in tour e fece picchiare, secondo l’accusa, tanto un fotografo quanto l’operatore video.

Ebbene il cantante se n’è beatamente fregato del processo, portando il giudice istruttore ad inviare all’Interpol una richiesta di arresto internazionale, chiedendo inoltre il fermo di Hugo Hesny e Terrence Reche Smalls, collaboratori che Bieber ‘scatenò’ contro il paparazzo. Una grana di non poco conto per il cantante, in queste ore beatamente sereno al Coachella Festival. Se l’Interpool dovesse accettare le richieste di Banos, ovviamente, Justin finirebbe immediatamente in galera. In caso contrario per Bieber l’Argentina diventerebbe tabù, finendo dietro le sbarre appena dovesse mettere piede nel Paese.

Nel novembre scorso il magistrato aveva dato due mesi di tempo all’imputato per presentarsi e rispondere alle domande del caso legate all’incidente, ma Justin, in Argentina, non c’è più tornato. Secondo la legge argentina Bieber rischierebbe fino ad un anno e sei mesi di carcere se la denuncia del fotografo venisse ritenuta valida.

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più