Fra i pochissimi pregi del non avere un genitore famoso c’è quello di non dovere leggere dei suoi orgasmi sui giornali. Prendete Robin Wright, ad esempio. Intervistata da Vanity Fair, la star di House of Cards non è riuscita a trattenere l’entusiasmo nel discutere della sua relazione con l’attore Ben Foster, di 15 anni più giovane.

Non sono mai stata più felice in vita mia. Forse non è molto appropriato per una signora, ma non ho mai riso tanto, letto tanto e non sono mai venuta tanta come con Ben. Mi spinge ad essere la migliore versione di me stessa. C’è tantissimo da imparare (…). Mi ci è voluto tanto per crescere. L’amore è possibile proprio come la vita è possibile.

A parte l’imbarazzo per la dichiarazione – credeteci, sarebbe stato lo stesso anche con uomo – saremmo curiosi di conoscere l’opinione di Sean Penn, che dell’attrice è stato a lungo marito, sull’argomento. Perché non sappiamo se avete inteso, ma quello che Robin ci sta implicitamente facendo capire è che quella crapa pelata con l’uomo intorno che è Ben Foster ci da dentro come un toro. Altro che il vecchio Sean!

Sposatisi nel 1996, dopo la nascita dei due figli, Dylan e Hopper, Sean Penn e Robin Wright hanno resistito insieme per circa 20 anni, un’eternità in termini hollywoodiani. Nel 2010, dopo ripetuti tira e molla, la coppia ha annunciato il divorzio, una scelta definita devastante dall’attrice.

Il divorzio in sé, e in più con dei figli di mezzo, è devastante. Anzi, peggio. Uno dei motivi per cui siamo tornati insieme dopo tante rottura era perché volevamo cercare di tenere unita la famiglia. Se hai dei figli, ci provi e ci riprovi ancora. Lo abbiamo fatto a lungo.

Entrambi non hanno incontrato difficoltà nel trovare un sostituto all’altro: lui, dopo numerosi flirt, è approdato fra le braccia di un’altra bellissima e bravissima donna, Charlize Theron, mentre lei, dal 2012, fa coppia fissa con Ben “lo Stallone” Foster.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto