Sono passati tre mesi dalla tragica scomparsa della piccola Indila Carolina, la figlia di Claudia Galanti e Arnaud Mimran. Un dolore enorme che entrambi hanno voluto tenere per sé, soprattutto Claudia, che si è chiusa in se stessa chiudendo ogni mezzo di comunicazione con la stampa e con i fan. Oggi però la showgirl rompe il silenzio con una lunga e toccante intervista al settimanale Chi, in edicola da domani:

«Ero a Parigi, la mia bambina, Indila era morta già da qualche settimana quando ho deciso di farla finita. Sono salita in piedi sulla finestra: lo sguardo volava giù e volevo che il mio corpo lo seguisse. Mentre pensavo al salto è entrato mio figlio Liam. Mi ha detto: “mamma”. E io mi sono fermata. Ma ho capito che nella mia vita non potrò mai più essere felice».

La Galanti racconta senza filtri la tragicità di quei momenti, ma anche quelli che sono venuti dopo, quando ha dovuto fare i conti con la consapevolezza di aver perso la sua bambina:

«Non supererò mai questo momento. Sono stata in cura e lo sono ancora. Non so quando e come ne uscirò. ma ho deciso di ricominciare, per il bene dei miei figli. Ho lasciato Parigi e sono tornata a Milano. Ho chiamato a rapporto i miei fratelli e mio padre. Sono tornata una bambina indifesa, senza forza e senza coraggio. Per tanti anni mi sono presa cura di loro, ora sono io che ho bisogno di aiuto. Ho trovato la forza di vivere grazie a Indila. Lei e mia madre dall’alto mi danno la spinta per non mollare».

La tragedia è avvenuta meno di sei mesi dopo che Claudia Galanti si era lasciata con il padre di Indila, e dei suoi altri due figli Liam e Tal, l’uomo d’affari francese Arnaud Mimran attualmente agli arresti in Francia perché accusato di una serie di reati gravissimi. Del suo rapporto con Arnaud Mimran spiega:

«Abbiamo vissuto una storia d’amore fatta di tanti eccessi. Eravamo all’inferno. Io volevo scappare. Se tornassi indietro non rifarei tante cose. Mi sono pentita di aver mostrato forse un mondo che non era reale. Oggi sono cambiata. Mi guardo indietro e mi pento. Ma quando penso ad Arnaud e leggo le accuse che gli muovono non rivedo la persona con cui ho fatto tre figli».

Gli unici momenti di conforto per Claudia Galanti vengono, oltre che dai suoi figli, dal rapporto con il nuovo compagno, l’imprenditore Tommaso Buti, che solo pochi giorni fa ha avuto per lei bellissime parole d’amore:

«Gli devo tanto. Gli devo tutto. Mi ha aiutato a capire come dovevo rialzarmi dopo la tragedia di Indila. Ha un cuore immenso. Non mi ha lasciato nel momento in cui stavo precipitando, nel momento in cui volevo farla finita».

Con lui, forse, potrà ricominciare una vita serena.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più