Michael Jackson: volto stravolto dalla chirurgia per non assomigliare al padre

Tutta colpa di quel padre padrone. Michael Jackson dal chirurgo per cancellare la somiglianza con il papà

Ancora oggi a parlare di Michael Jackson, morto nel 2009? Assolutamente sì, visto il 'peso' mediatico che il Re del Pop ha avuto ed ha tutt'ora. Frank Di Leo, ex manager del cantante, ha infatti dato alla luce alcune rivelazioni private e fino ad oggi inedite legate a Michael, e in particolar modo alla sua trasformazione avvenuta negli anni '90. Operazioni chirurgiche su operazioni chirurgiche, tra sbiancamento della pelle e lineamenti 'afro' fatti sparire a suon di bisturi.

Ebbene a detta di Di Leo, morto nel 2011 ed oggi 'pubblicato' dal collega Mark Lamica, quell'ossessione nacque nella mente di Michael in tenera età, a causa del padre padrone. Jackson voleva cambiare per non assomigliare al papà, violento ed ingombrante.


“Mi confessò di voler stravolgere la sua immagine a causa della somiglianza con suo padre: 'Devo cancellarlo, devo tagliarlo' mi disse in lacrime. Il solo vedere il padre gli procurava stati d'ansia”

michael jackson neverland

Sugli abusi subiti in tenera età da parte di papà Jackson si sono scritte migliaia e migliaia di pagine. Michael, ottavo di 10 figli, venne 'costretto' a cantare e ad esibirsi sin da piccolo insieme ai suoi fratelli, tra cinghiate, ormoni che bloccassero la sua crescita e punizioni spaventose. Di Leo ha rivelato come il Re del Pop, poco prima di un concerto, ebbe una spaventosa crisi d'ansia a causa di un'inattesa visita del padre in camerino. Un uomo che Michael non voleva proprio più vedere, soprattutto allo specchio. Tanto da cancellarne i tratti a suon di chirurgia estetica.

Fonte: News.Com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail