Stefania Pezzopane: "Il più bello d'Italia? Se ne parla solo perché c'era il mio fidanzato"

La senatrice, ospite a Domenica Live, difende il suo compagno dalle accuse dopo la sua partecipazione al concorso Il più bello d'Italia.

Stefania Pezzopane e Simone Coccia Colaiuta sono una delle coppie più chiacchierate del momento. Lei senatrice lui ex spogliarellista, i due si amano ormai da qualche mese e al grande pubblico non è sfuggita la loro differenza d'età. Né quella d'altezza. Ultimamente si è scatenato su di loro un vero e proprio polverone per via della partecipazione di Simone al concorso Il più bello d'Italia. Il compagno della senatrice aveva scritto su Facebook di essersi classificato secondo, contrariamente alla realtà dei fatti. La contraddizione non è passata inosservata agli occhi indiscreti di Striscia la Notizia che ha prontamente mandato Staffelli a consegnare un Tapiro alla coppia. Ma la Pezzopane non ci sta.

Schermata 2015-01-25 alle 15.54.46

I servizi di Striscia sono divertenti ma dicono cose che non corrispondono al vero. Ho una domanda da farvi: avevate mai sentito parlare di questo concorso, sapevate chi fosse il vincitore? Ecco, questo mi fa pensare che qualcuno si stia facendo pubblicità a costo zero grazie alla partecipazione di Simone. Di questo concorso si parla perché c’era lui tra i concorrenti, altrimenti sarebbe passato come sempre inosservato. Io ci sono andata con spirito molto sereno per passare un pomeriggio diverso. Ho pagato regolarmente il biglietto stando seduta modestamente sulla mia poltroncina senza essere salutata. Quando il presentatore ha chiamato Simone sul palco si è creato un momento di grande confusione e sono salita anche io sul palco come tante altre persone, da lì ci siamo fatti la foto. Non è grazie a quella fascia che siamo stati invitati in trasmissioni come questa, ci invitavano già prima e di certo non avevamo bisogno di pubblicità a differenza di altri.

E tra questi "altri" per la Pezzopane c'è sicuramente Damiano Cioci, il vincitore del concorso che è intervenuto in rvm per infangare nuovamente il nome di Simone Coccia Colaiuta:

È stata una cosa organizzata che ha causato un danno a me come vincitore e al concorso stesso. Simone oltre a scrivere il falso su Facebook, ha più di 30 anni, come ha fatto a partecipare?

Domanda legittima a cui Simone risponde colpo su colpo:

Ho 31 anni compiuti ad agosto, è vero. Ma sono stato invitato per la finalissima de Il più bello d’Italia 2014. Non ho mai mentito sull’età, hanno visto la mia scheda e mi hanno detto: “Prego, puoi andare”. Al massimo questo ragazzo dovrebbe prendersela con l'organizzazione, non con me.

La Pezzopane ha poi chiosato:

Rimango sbalordita, questa intervista testimonia che c'è chi si sta facendo alle nostre spalle pubblicità gratuita. Mai e poi mai del vincitore si sarebbe parlato e sarebbe riuscito ad arrivare a degli studi così importanti se non attraverso una polemica costruita ad arte perché noi siamo una coppia particolare. Io faccio la senatrice e lui da ragazzo ha fatto lo spogliarellista, come fosse una colpa grave. Questa cosa fa paura perché le cose diverse fanno paura. Siccome questa storia è assurda abbiamo messo tutto nelle mani dei nostri avvocati. Chiudiamo qui perché i problemi della gente sono altri.

  • shares
  • Mail