Gabriele Muccino: "Non ho più speranze di recuperare il rapporto con mio fratello"

Gabriele Muccino, ospite a Le Invasioni Barbariche, parla di nuovo del fratello Silvio con cui non è in contatto da ben sette anni.


Al termine della prima puntata 2015 de Le Invasioni Barbariche c'è stato spazio per una lunga intervista a Gabriele Muccino. Il regista si è raccontato a Daria Bignardi tra sogni e fragilità, con un occhio di riguardo ai suoi progetti futuri. A colpire, però, sono state soprattutto le parole che ha riservato all'annosa querelle con il fratello Silvio che, fin troppo spesso, è finita sulle pagine dei giornali di gossip e non solo. Ora il regista de La ricerca della felicità ha voluto mettere un punto a questa storia:

Schermata 2015-01-15 alle 03.39.52

Si sa che ho un fratello che ha 15 anni meno di me e che a un certo punto ha smesso di parlarmi, è scomparso. Senza che ci sia una stata una lite né niente. In un'intervista lui si chiese che fine avessi fatto e io risposi goffamente. Twitter è un veicolo che io uso per accendere dove possibile dei fari sulle cose che mi fanno male nel mondo. Mi preoccupo molto per l'ambiente, ad esempio. Di questo è il caso di parlare su Twitter. Però poi partono quei 40 secondi di blackout. Io non vedo mio fratello da sette anni, è il viaggio di Ulisse. Un giorno ho cercato di comunicare con lui su Twitter per tutto il dolore che provavo. Lui ha cambiato numero di cellulare e mail per non farsi rintracciare. È stato un grosso errore il mio, voglio fare un mea culpa ma anche mettere un punto. Le disfunzioni famigliari purtroppo sono molto comuni. Lui faceva l'attore, un giorno ha deciso di fare il regista e si è messo in competizione con me. Ma non voglio parlare di questo. Come dicevo, voglio mettere un punto. Sette anni sono troppi. Non ho più speranze di recuperare il rapporto con mio fratello. In ogni caso, mi dispiace di aver reso pubblica una situazione che doveva restare personale.

Detto questo, Muccino Senior non esclude a priori la possibilità di perdonare, nonostante tutto:

Non c'è nulla da perdonare perché non conosco le ragioni nel caso specifico. Non sono mai riuscito a odiare nemmeno chi mi ha odiato nei modi peggiori possibili, figuriamoci mio fratello.

Silvio Muccino commenterà queste dichiarazioni? Ci auguriamo che questa possa essere la volta buona per una riconciliazione definitiva.

  • shares
  • Mail