In una recente intervista al magazine americano “Interview“, Mariah Carey (che abbiamo già visto quest’estate qui) si è messa a nudo, non solo perché ha posato senza veli per la copertina ma anche perché è stata così schietta da parlare degli alti e bassi della sua carriera. Anziché glissare è stata onesta tanto da parlare di vero “crollo del successo”.

Parla del flop del suo film “Glitter“, dell’esaurimento nervoso e del suo fallimentare matrimonio.

Sono molto lontana dalla perfezione e imparo ogni giorno. Mi sono sovraccaricata di lavoro e ne ho pagato il prezzo. Considero il mio crollo come la mia rinascita. Ho avuto bisogno di toccare il fondo per poter ricominciare, per comprendere quanto costasse essermi spinta così in là, aver lottato così duramente contro il sistema. Ma allora, allora davvero, ero fuori controllo. Tony Mottola più che un marito era un padre molto severo. Controllava tutto quello che facevo. Pensava che fosse per il mio bene. Ma se si fosse comportato in modo diverso forse il nostro matrimonio sarebbe ancora vivo oggi. Se ci fosse stato lui al mio fianco, questa conversazione non avrebbe mai avuto luogo.

La notizia la trovate qui, qui e qui.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto