Pino Daniele, l'eredità contesa: furto nella villa toscana dopo la sua morte

Pino Daniele non ha pace: ladri si sono intrufolati nella sua villa in Toscana mentre la famiglia era tutta a Roma.

Furto nella villa toscana di Pino Daniele mentre il cantante era ormai deceduto e la famiglia si trovava a Roma: lo hanno accertato i Carabinieri del Comando Provinciale di Grosseto, che hanno la giurisdizione sul territorio di Magliano, piccolo centro della maremma nei pressi di Orbetello. A dare l'allarme la compagna di Pino Daniele, Amanda Bonini, rientrata questo pomeriggio a casa dopo la folle corsa per portare il cantante all'ospedale Sant'Eugenio di Roma nella notte del 5 gennaio e dopo il doppio funerale, a Roma e Napoli, celebrato mercoledì 7.

Rientrata a casa, la compagna ha fatto l'amara scoperta e ha immediatamente chiamato i carabinieri, con i quali si procede all'inventario di quanto sottratto. Pare  siano state rubate due chitarre. Se così fosse, parrebbe davvero di traversi di fronte alla sottrazione di 'cimeli'.

Non è chiaro quando il furto sia avvenuto, ma i ladri sarebbero entrati nella proprietà, priva di un sistema di video-sorveglianza, scavalcando la recinzione e poi in casa da una porta-finestra. Certo è che alla notizia della morte del cantante, e apprese le circostanze drammatiche del suo malore, non dev'essere stato difficile per qualcuno senza scrupoli capire che la villa era sguarnita. Essendo piuttosto isolata, circostanza che ha costretto l'ambulanza a chiedere chiarimenti sull'ubicazione della villetta (anche se nel frattempo Pino Daniele e la compagna erano già in viaggio per Roma), i ladri avranno potuto agire indisturbati.

 

"Una vecchia struttura a pianta quadrata dell’Ottocento, inizialmente costruita dai Colonna, nobile famiglia latifondista maremmana dalla tipologia classica: due piani da circa 150 metri quadri l’uno, volumi trasformati in dependance (...) circondata da un giardino di circa un ettaro, «nascosta» da una fila altissima di cipressi nei quattro lati. Che lui ha trasformato» negli anni, curando personalmente i lavori di ristrutturazione: una piscina, un giardino all’inglese con olivi secolari, fiori e mobili di antiquariato che hanno fatto da contorno alle serate musicali con ospiti del calibro di Claudio Baglioni, Renato Zero ed Eros Ramazzotti. Valore? Circa tre milioni di euro. Un’altra bella torta che fa gola a tanti"

la descrive il quotidiano La Nazione, che entra così nella questione ereditaria facendo anche 'due conti in tasca alla' famiglia allargata di Daniele, tra l'ex moglie Dorina Giangrande, madre di Alessandro e Cristina, la moglie Fabiola Sciabbarrasi, che gli ha dato Sara, Sofia e Francesco e dalla quale era separato da un paio d'anni, e la compagna Amanda Bonini, che viveva con lui in Toscana.

Tuscan Bay

 

Oltre alla casa in Maremma, gli interessi di Pino Daniele in Toscana si erano indirizzati anche verso lo stabilimento balneare Tuscany Bay, ad Orbetello.

"Aveva nominato Amanda Bonini come amministratore unico della sua società, il Tuscany Bay srl (...) che comprende un jazz bar, un ristorante extra-lusso e lo stabilimento balneare e che ha chiuso il 2013 con un volume di affari da 880mila euro. Ha trenta dipendenti nel picco estivo che si riducono a dieci durante l’inverno. Amanda Bonini è stata nominata amministratore unico il 4 novembre 2014, mentre la proprietà del locale – che ha iniziato l’attività il primo luglio del 2012 - è divisa tra Pino Daniele (per il 90%) e il figlio Alessandro (per il restante 10%)"

scrive il quotidiano toscano che sottolinea inoltre come

"da statuto, la sua compagna si dovrà occupare «dell’ordinaria e straordinaria amministrazione», mentre la struttura, di cui Pino Daniele si era aggiudicato la gestione nel 2011, rimane di proprietà del Comune di Orbetello per un canone annuo di 102mila euro (più Iva)".

Un resort sul mare, come descritto da molti, ma gestito dalla società amministrata dalla Bonini.

Intanto Loredana Daniele, la figlia del fratello del cantante, Carmine, ribadisce all'Ansa che alla famiglia l'eredità non interessa:

"L'eredità non ci interessa: parlo per mio padre e credo di poterlo dire per tutta la nostra famiglia. Ma quando c'è un personaggio celebre in gioco, i mass media concentrano l'attenzione sempre sulle questioni di soldi".

Certo è che quella tranquillità che Pino Daniele aveva cercato in vita sembra così faticosa da ritrovare dopo la sua morte.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail