Antonella Clerici su Eddy Martens: "Rapporto problematico, ma è un grande amore da parte di entrambi"

La conduttrice, intervistata da Rita Dalla Chiesa per Visto, parla della sua storia d'amore con Eddy, il padre di sua figlia.

Questa settimana su Visto c'è un'intervista speciale a Antonella Clerici, speciale soprattutto perché intervistatrice d'eccezione è Rita Dalla Chiesa. Due conduttrici a confronto, con esperienze sentimentali simili, visto che entrambe si sono legate a uomini molto più giovani di loro. E sarà per questo che, con Rita, Antonella si apre senza indugi, parlando della sua vita privata:

Mi sono sempre scelta uomini normali. Non mi interessa il potere, ma non mi sono nemmeno mai piaciuti i "bravi ragazzi", mi sono sempre sembrati un po' sfigati. Anche se oggi li rivaluterei. Io mi devo innamorare. Poi succede, come è successo, che mi innamoro di un uomo scomodo. Ci sei passata anche tu: non è facile vivere una storia d'amore con un uomo più giovane di te.

Non è facile già di per sé, e se poi bisogna confrontarsi con le malelingue lo diventa ancora di più. E infatti la Clerici confessa che a farla soffrire è soprattutto la cattiveria degli altri:

Le chiacchiere inutilmente cattive della gente. Sentire chiamare Eddy il toy boy della Clerici, per esempio. Con lui, che è il mio compagno, io ho avuto una bambina, il nostro è un legame forte, importante. Può essere un rapporto problematico quanto vuoi, ma è comunque un grande amore. Da parte di tutti e due.

antonella-clerici

Antonella ammette che, dopo le foto che ritraevano il suo Eddy in compagnia di un'altra donna, fuori da una discoteca, ha avuto più volte la tentazione di fargliela pagare, superata solo usando insieme ragione e cuore:

Milioni di volte. Ma ho capito che la gioventù fa fare degli sbagli, degli errori, e forse è nella logica delle cose. Quello che gli ho detto è che se io devo capire, proprio perché lui è più giovane, alcune sue debolezze, lui deve però avere la consapevolezza di stare con una donna più grande. E qualche fragilità posso averla anche io. Quindi ci vuole rispetto reciproco.

E, parlando di rispetto, lui deve anche considerare di vivere accanto a una donna conosciuta, con tutti i limiti che questo può comportare:

E poi l'ho pregato di non dimenticare mai che io sono anche un personaggio pubblico, conosciuto, e che sentirmi ridicola di fronte agli altri è qualcosa che mi ferisce profondamente. Le storie d'amore possono anche finire, ma non dovrebbe mai finire la sensibilità nei confronti di chi hai amato fino al giorno prima.

Eddy, intanto, sembra aver capito la lezione. E, finalmente, i due sembrano aver trovato la giusta strada per vivere consapevolmente il loro amore.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail