Giulio Base: "Mi piacerebbe ingravidarmi!"

L'attore e regista tra fede, famiglia e cinema

Sposato con la regina delle pierre Tiziana Rocca, Giulio Base al settimanale Diva e Donna ha raccontato come ha trascorso la sera del suo 50esimo compleanno, lo scorso 6 dicembre:

Cena sobria e mezzanotte con tutta la famiglia, mio papà compreso. Il giorno dopo con mio figlio Vittorio a vedere Interstellar in lingua originale.

Famiglia e cinema sono in effetti due capisaldi dell'esistenza dell'attore e regista. A ciò si aggiunga la fede. Base non soltanto ha firmato i prodotti televisivi di maggiore successo di questo genere, da Don Matteo a Padre Pio passando per Maria Goretti, ma coltiva il suo senso religioso quotidianamente in famiglia al punto che "non c'è mai un pasto in comune senza una preghiera di ringraziamento". Autodefinitosi un "hooligan di Papa Francesco", Base ha assicurato di non aver vissuto male l'approdo ai 50 anni perché "non sono uno che sente addosso il passare del tempo". Inoltre a tale metà ci è arrivato "benissimo dal punto di vista fisico e morale. C'è in me una gratitudine assoluta per una vita che già ne comprende tre o quattro, per quante cose ho fatto, avendo ancora tanti sogni".

Papà di Cristiana, figlia della moglie, e di Vittorio e Valerio, suoi figli biologici, Base è stato il primo a capire, sul set del film Mio papà, che Donatella Finocchiaro fosse incinta:

L'ho tanata io per primo. Lei negava, ma era già al quarto mese. Mangiava tutto il giorno. Era assatanata.

E a proposito di gravidanze, ecco il curioso desiderio di Base:

Mi piacerebbe ingravidarmi. Provare una volta l'esperienza di generare una vita. Da uomo. Sarebbe meraviglioso e mostruoso.

"The Master" Premiere - The 69th Venice Film Festival

  • shares
  • Mail