Pino Daniele morto: il racconto del fratello, le parole del cardiologo e il viaggio a Roma

I dettagli del malore dell'artista napoletano.

Il malore e la successiva morte di Pino Daniele è stata documentata nei minimi dettagli: il cantante napoletano ha accusato il malore nella sua casa di Magliano, paese in provincia di Grosseto, ed è stato trasportato a Roma, direzione Ospedale di Sant'Eugenio, dove l'artista è giunto in condizioni ormai gravissime; nel nosocomio, i medici, dopo aver sottoposto il cantante a rianimazione cardiorespiratoria, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Nello Daniele, uno dei fratelli del cantante, anche lui cantautore e musicista, ha aggiunto altri particolari in un'intervista rilasciata a Il Mattino: ieri pomeriggio, Pino Daniele aveva avvertito un altro piccolo malore; l'artista aveva rassicurato il fratello, informandolo di un appuntamento con il suo cardiologo di fiducia, Achille Gaspardone, per una coronarografia.

Questa notte, invece, dopo il malore, è stata chiamata un'ambulanza del 118 che, però, è stata fermata con una telefonata poco prima dell'arrivo nell'abitazione del cantante. Pino Daniele, quindi, in un momento in cui le sue condizioni erano migliorate, ha deciso di recarsi a Roma dal suo cardiologo.

Durante il viaggio insieme alla sua compagna Amanda, anche la fatalità ha voluto metterci lo zampino: a metà strada, infatti, il collaboratore di Pino Daniele ha dovuto cambiare una ruota bucata all'automobile e ha dovuto fermarsi. Arrivati all'ospedale, Pino Daniele ha avuto la crisi fatale. La rianimazione cardiorespiratoria, purtroppo, non si è rivelata utile.

pino daniele morto roma

Oggi, lunedì 5 gennaio 2015, Pino Daniele avrebbe dovuto ricoverarsi proprio all'Ospedale Sant'Eugenio di Roma per un check-up precauzionale. Lo ha confermato anche Luca Agostini, amico e vicino di casa di Pino Daniele:

Mi ha detto che aveva lavorato molto e che era stanco e che per questo aveva deciso di farsi ricoverare per fare dei controlli. Poi è successa la tragedia.

Il cardiologo Achille Gaspardone, invece, ha affermato che Pino Daniele è arrivato all'ospedale già morto. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate all'Ansa:

E' giunto cadavere al Pronto Soccorso dell'Ospedale S. Eugenio di Roma. Sono state fatte tutte le manovre di rianimazione ma Pino Daniele era già morto.

Queste, invece, sono le dichiarazioni di Carlo Saitto, direttore generale Asl Roma C Sant'Eugenio, rilasciate a Rainews:

Quando Pino Daniele è arrivato nel nostro ospedale la situazione era talmente grave che subito è stato sottoposto a rianimazione cardiorespiratoria, purtroppo però dopo pochi minuti si è constatato il decesso. La cosa è stata veramente molto rapida e quando è arrivato la situazione era già molto grave e non c'era nulla che si potesse fare, purtroppo. Non posso nemmeno dire quale sia stata la ragione di questa situazione critica. Sulle condizioni precedenti anche quando le avessi non sono informazioni che posso dare.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail