Pino Daniele morto: i messaggi dei politici. Il partito "Noi con Salvini": "Ha offeso la Lega, capiva poco di politica"

I messaggi di Giorgio Napolitano e Matteo Renzi.

La morte improvvisa di Pino Daniele ha sconvolto anche il mondo della politica. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha espresso il proprio cordoglio tramite un comunicato del Quirinale:

Ho appreso con dolorosa sorpresa la notizia della scomparsa di Pino Daniele, cantautore che ha saputo dare un originale contributo alla tradizione musicale della sua città. Ai figli e alle persone che gli hanno voluto bene e al mondo della musica, esprimo le mie più sincere condoglianze.

Questo, invece, è il messaggio del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi:

Ho ancora nelle orecchie la sua musica a Capodanno. Una voce incredibile, quella non solo di Napoli e del Sud, ma di tutta l'Italia, una chitarra preziosa, una sensibilità rara che, con passione e malinconia, continuerà a raccontare in tutto il mondo il nostro Paese.

Anche il Presidente della Camera, Laura Boldrini, ha dedicato un tweet al ricordo dell'artista napoletano:

Tristezza per Pino Daniele. Il suo amore per Napoli e la sua curiosità per i ritmi del mondo hanno saputo emozionare tutta l'Italia.

Diego Cinelli

, sindaco di Magliano, paese in provincia di Grosseto, ha ricordato il legame tra Pino Daniele e le terre della Maremma, affettivo e professionale:

Era innamorato della Maremma, passava i suoi giorni qui quando non era in giro per lavoro. Lo sconforto è tanto per la sua scomparsa. Era una persona umile, generosa, di sé diceva che aveva la mania del calcinaccio, proprio nel senso letterale, edile. Si era restaurato la villa che aveva qui vicino, aveva aperto il locale-stabilimento Tuscany Day, dove quest'estate aveva organizzato anche un piccolo concerto invitando me e gli assessori, e voleva fare tipo un resort, un Country Tuscany. Ci dovevamo incontrare tra gennaio e febbraio per alcuni progetti a Magliano.

Questo è il tweet del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro:

Napoli perde una delle sue migliori voci. Un artista internazionale che ha raccontato e valorizzato la sua terra.

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha ricordato Pino Daniele, raccontando alcuni aneddoti personali:

Il mio ricordo più bello, nel rapporto diretto, con Pino Daniele è quando appena diventato sindaco, a un suo concerto a cui stavo assistendo, mi dedicò la sua canzone Je so' pazzo. Non dimenticherò mai questo momento. Oggi se ne è andato un pezzo di carne, di vita in ognuno di noi, in ogni napoletano e oltre perché la sua musica ha fatto il giro del mondo, si è contaminata, ha contaminato ed è poi tornata alle origini mettendo insieme gli artisti della prima ora.

pino daniele politici

Dario Franceschini, Ministro dei Beni Culturali, ha condiviso il seguente tweet:

Eravamo ragazzi e la sua voce e la sua musica erano già dentro di noi. E lì resteranno sempre. #PinoDaniele uno dei grandi.

Nichi Vendola,

il presidente della regione Puglia, ha scritto una semplice frase:

La voce di Napoli.

Anche Roberto Maroni, presidente della regione Lombardia con la passione per la musica, ha espresso il proprio rammarico:

Dolore e sgomento per l'improvvisa scomparsa di un grande #PinoDanieleRIP

E continuando a parlare di Lega, il partito Noi con Salvini, la "costola" meridionale della Lega Nord, ha perso un'occasione per tacere:

Pino Daniele è stato un grande artista, ma ha offeso più volte la Lega Nord, così come Massimo Troisi. Non c'è che dire, ottimi artisti, ma forse di politica ne capivano davvero poco. Condoglianze comunque alla famiglia, artisti così difficilmente ne nascono ancora.
  • shares
  • Mail