Facchinetti: "Francesco Sole ieri mi ha detto di voler smettere perché è odiato"

"Francesco Sole odiato sul web come Jovanotti negli anni '90 e me nel 2003"

Francesco Facchinetti prende ancora una volta le difese di Francesco Sole. E lo fa pubblicamente, postando un lungo messaggio sulla sua pagina Facebook. L'occasione è la promozione del libro del conduttore di Tu sì que vales, scoperto e valorizzato dall'ex cantante oggi produttore e manager.

Avete capito bene, sto leggendo il libro di Francesco Sole. Anzi, vi dirò di più: sono io che gli ho chiesto di farlo. Ora giù con gli insulti. L'odio che sgorga dal web è pari alle più grandi dimostrazioni di disprezzo che abbia mai visto. Poi perché? Perché ha 20 anni ed è famoso? Perché ha una bella faccia? Perché ha un milione di fan su FB? Perché ha un sacco di ragazze che lo seguono? Perché si chiama Gabriele al posto di Francesco (ovviamente mettersi un nome d'arte vale per tutti tranne che per lui).

Facchinetti ricorda che qualcosa di simile successe a Jovanotti negli anni '90 e a egli stesso nel 2003. Poi racconta come ha scoperto Sole:

Primavera/Estate 2013, Eugenio mi fa vedere un video: "l'amore ai tempi di WhatsApp". Io lo guardo e dico CAZZO CHE BOMBA. Nello stesso giorno YouTubers e influencers delle rete vedono quel video e hanno la mia stessa reazione. A qual punto lo incontro e gli chiedo "Francesco perché hai deciso di fare video su internet?".
Lui "lo faccio per combattere il mio malessere. Passo ore scrivendo, montando video, facendo foto, per sfogarmi, liberarmi". Io lo guardo, lo abbraccio e gli dico "andiamo a spaccare il mondo".

Collaborazione professionale che presto si trasforma in amicizia. Infatti Facchinetti rivela di aver ricevuto ieri una confessione amara da parte del suo omonimo:

Ieri Francesco mi ha chiamato e mi ha detto "Fra, smetto, io volevo divertirmi e far divertire, non capisco tutto questo odio".
Io gli ho riposto "A 6 anni giocavo nel Mariano Comense, ero già altissimo, ora sono quasi uno e 90. Data la mia statura alla terza patita avevo fatto più goal di tutte le squadre del campionato messe insieme. Nonostante questo, quando entravo in campo mi gridavano che giocavo solo perché ero figlio di Facchinetti. Io non ce l'ho più fatta. E nonostante fossi il capocannoniere con un posto nell'Inter sul tavolo ho smesso di giocare a 8 anni. Tu non fare il mio stesso errore".

Quindi l'appello finale con caps lock:

Ho visto tantissimi giovani mollare perché venivano criticati senza un motivo, giovani di talento, potrei farvi una lista infinita.
Alla fine di questo mio sfogo vi dico: SÌ, HO IN MANO IL LIBRO DI FRANCESCO SOLE E NE SONO FELICE. NON È IMPORTANTE QUANTE COPIE VENDEREMO MA AVER REALIZZATO IL SOGNO DI UN RAGAZZO DI 20 ANNI CHE GRAZIE A QUESTO HA COMBATTUTO E COMBATTE QUEL MALESSERE BASTARDO CHE COLPISCE TANTI GIOVANI.
SE DOVETE PRENDERVELA CON QUALCUNO, PRENDETEVELA CON ME. SONO IO CHE HO REALIZZATO IL SUO SOGNO, COME HO FATTO, FACCIO E FARÒ CON TANTI ALTRI, QUANDO RICONOSCERÒ IL TALENTO.
SIAMO UN PAESE DI FRUSTRATI E CE LA PRENDIAMO CON TROPPA FACILITÀ CON CHI NON CENTRA NULLA.

E se vi state chiedendo, rileggendo il titolo, da cosa dovrebbe smettere il buon Sole.... noi non abbiamo la risposta, purtroppo.

facchinetti legge

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: