Umberto Tozzi condannato per evasione fiscale

Condanna ad 8 mesi per un'evasione fiscale da 800 mila euro

Condanna anche in appello per il cantante Umberto Tozzi: 8 mesi di reclusione, pena sospesa. Gli viene contestata un'evasione fiscale di 800.000 euro realizzata nel giro di tre anni, tra il 2005 e il 2008.

Secondo la Corte d'appello di Roma il popolare cantautore avrebbe spostato la residenza prima in Lussemburgo, poi a Montecarlo, per sfuggire ai controlli del fisco italiano.

La nuova condanna arriva in grado di appello ridimensionando quella in primo grado che era stata di un anno di reclusione. Complici i tempi biblici dei processi e l'intervenuta prescrizione, il Procuratore Generale ha chiesto la condanna a 8 mesi solo con riferimento all'anno 2005.

Contro Tozzi tutta una serie di prove ritenute decisive: contributi versati all’Enpals, contratti stipulati con assicurazioni italiane e la gestione dei suoi affari in mano ad un agente italiano fino al 2006.

Ma i legali non ci stanno e preannunciano di voler ricorrere in Cassazione per vedere accolte le proprie ragioni. L'avvocato del cantautore torinese, Giuseppe Lucibello di Milano, ha dichiarato:

In Italia trascorre al massimo 50 giorni l’anno per i concerti e in albergo, tutto certificato dal fisco. Tozzi a Montecarlo si è trasferito nel 1991 e tranne le parentesi di due anni, '92 e '93 in Lussemburgo, ha sempre vissuto là.

Non resta che attendere, a questo punto, il terzo grado di giudizio per capire se verrà confermata la condanna oppure se, grazie all'operato dei legali, verrà ribaltata la sentenza d'appello.

Tozzi non è il primo personaggio famoso ad essere finito nel mirino della giustizia per il reato di evasione fiscale. Prima di lui gli stilisti Dolce & Gabbana, condannati nei primi due gradi di giudizio e poi assolti in Cassazione e la cantante Gianna Nannini a cui nella scorsa primavera è stata contestata una presunta evasione fiscale da 4 milioni di euro e che aveva portato al sequestro della sua villa milanese.

Umberto Tozzi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: