Elisabetta Gregoraci: "Ho provato milioni di emozioni diverse a scrivere il mio libro di favole"

La showgirl intervistata da Donna al Top.

Elisabetta Gregoraci è una donna in armonia totale con il mondo. Sposata con Flavio Briatore, madre del piccolo Nathan Falco, showgirl realizzata grazie al successo di Made in Sud, il programma comico in onda su Rai 2, al di là dei facili luoghi comuni, non potrebbe chiedere di più dalla vita.

Il percorso evolutivo della Gregoraci, però, ha evidenziato un sostanziale cambiamento: i calendari, ormai, fanno parte del passato e hanno lasciato spazio ai libri di favole per bambini.

Sì, libri di favole per bambini.

Elisabetta Gregoraci ha pubblicato il libro Mamma Elisabetta racconta... favole, ricordi e piccole ricette d'amore, opera che segna il suo debutto come scrittrice.

Quand'è nata l'esigenza di Elisabetta di scrivere un libro di questo tipo? L'opera si è sviluppata praticamente grazie a Facebook (grazie Facebook!) e alle fans che si sono confrontate con la showgirl riguardo l'essere madre.

elisabetta gregoraci favole

Queste sono le dichiarazioni a riguardo concesse dalla Gregoraci al settimanale Donna al Top:

Sui social network, mi scrivono quotidianamente. La maggior parte mi chiede come faccio a far addormentare Nathan, quali storie gli racconto, cosa cucino per lui... Purtroppo non riesco a rispondere a tutte e così ho pensato a questo libro. Non voglio insegnare niente, voglio solo condividere la mia esperienza di mamma.

E tra i vari consigli che Elisabetta elargisce quotidianamente alle tante mamme che la seguono troviamo i seguenti: ritagliarsi del tempo libero per se stesse, vestirsi e truccarsi per uscire quando i figli dormono (se i bambini sono soliti fare i capricci), preparare i piatti in modo simpatico, fare i disegnini sul purè di verdure...

Ovviamente, noi facciamo dell'ironia perché siamo delle bestie insensibili ma Elisabetta Gregoraci si è emozionata molto a scrivere questo libro, soprattutto nel capitolo dedicato alle favole:

Ho provato mille emozioni e tutte diverse tra loro ma non molto diverse da quelle che provo crescendo Nathan quotidianamente. Ho provato tenerezza nel ricordare i primi momenti con il mio Nathan, la dolcezza del suo visino, gli occhietti chiusi e quelle manine così piccole. Le ricorderò sempre come se fosse adesso.

Un altro aggettivo diminutivo e svengo.

Cambiando (fortunatamente) argomento, Elisabetta Gregoraci ha anche parlato di quando ha rischiato di perdere Diva, il suo cane:

Una volta ho rischiato di perderla. Per fortuna aveva il nome e riferimenti sul collare e l'hanno riportata a casa.

Mi sa che erano meglio i disegnini col purè di verdure...

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail