Uomini e Donne, Maria Lebano scrive ad Andrea: "Il nostro percorso svanito nel nulla per colpa dell'orgoglio"

La lunga lettera dell'ex corteggiatrice.

Maria Lebano, una delle corteggiatrici di Andrea Cerioli, tronista dell'edizione in corso di Uomini e Donne, il programma di Maria De Filippi in onda su Canale 5, si è autoeliminata durante la puntata dedicata al Trono Classico andata in onda la scorsa settimana.

Nonostante la decisione di lasciare il programma, presa con fermezza durante l'ennesima discussione con Andrea che aveva accusato le sue corteggiatrici di non fare nulla per attirare la sua attenzione e di non avere niente da dire, Maria Lebano non sta nascondendo la propria delusione per come si è consumata la fine del suo percorso a Uomini e Donne.

La modella napoletana sperava in un'iniziativa di Andrea, in un tentativo di riportarla in trasmissione, come (troppo) spesso accade, ma il tronista ha accettato la decisione di Maria di andarsene dal programma senza fare più nulla.

Oggi, sulla propria pagina ufficiale Facebook, Maria Lebano ha praticamente ricordato nel dettaglio tutto il suo percorso a Uomini e Donne, con una considerazione finale che denota lo stato d'animo dell'ex corteggiatrice in questo momento.

Ecco un riassunto del suo lungo messaggio:

Ricordo ancora il primo giorno scesi dalle scale ansiosa come non mai... tu subito mi notasti!
Il primo incontro in una stanza, domande a raffica, sorrisi, battute e da lì iniziò la nostra conoscenza!
La prima esterna, tu ansioso, io idem, aperitivo sulle scale, mi hai riempita di complimenti, tanti sorrisi e tanta complicità!
Seconda esterna, giretto in auto... ci fermammo in un parco con una vista pazzesca, tu ansioso delle persone che ci circondavano ed io ti guardavo fisso negli occhi. Scattarono i primi approcci, io imbarazzata più che mai, finì il tutto con un bacio a stampo separato da un dito!
Terza esterna, ero un po' arrabbiata perché sminuivi le nostre esterne, dicendo che eri brillo. Organizzai una cena a base di acqua, ricordo una complicità assurda, ti sentivo interessato a me, che mi desideravi. Ti confessai che non volevo baciarti perché avevo paura (è stata una dell'esterne più belle per me).
Quarta esterna, teatro, luci spente, un faro su di te ed io nascosta dietro un sipario. Ti lessi una lettera: mi piaci, sì mi piaci come mi guardi e come mi sorridi... Mi piace la nostra chimica quella che si è creata inspiegabilmente. Mi piaci anche se mi fai arrabbiare... Scesi dalle scale, tu contento ed io ti spiegai le mie perplessità... poi scattò il bacio e che baci... poi telecamere spente!
Quinta esterna, vino con i piedi e chiacchiera, mi aprii molto, ti parlai del mio passato e del mio modo di fare, mi guardavi in modo molto tenero e scattò un altro bacio!
Sesta esterna, la più dura per me, lì ho conosciuto il vero Andrea provocatore che quando è incazzato usa parole forti e dure!
Settima esterna, chiarimento in camerino, ero incazzata nera, tu idem, parlammo molto ti dissi le mie perplessità, tu le tue ed arrivammo ad un compromesso, il mio ritorno in studio con un atteggiamento diverso!
Ottava esterna, sorpresa in hotel, per me un'esterna bellissima dolce e sentita, ti parlai di me, del mio non orgoglio e del mio volerti corteggiare, ti portai la scena del tuo film preferito e un video simpatico di mia nonna! Risate, carezze, forti promesse, baci e tu eri contentissimo! Poi il buio...

maria lebano

Da qui in poi, Maria racconta, dal proprio punto di vista, il presunto cambiamento di atteggiamento di Andrea nei suoi confronti:

Il tuo cambiamento verso di me, il tuo trattarmi sempre diversamente, come se fossi un'estranea, come se fossi una ragazza qualunque conosciuta da un giorno. Non ho capito il tuo comportamento da strafottente e il tuo modo arrogante di rispondermi e di cambiare idea nell'arco di un secondo... per questo sono andata via ma tu forse non l'hai mai capito! Tu mi piacevi realmente ma ero bloccata dal contesto, bastava un tuo sguardo o una parola ed io mi sarei sciolta come non mai! Ma purtroppo è tutto finito, tutto il nostro percorso è svanito così nel nulla per colpa dell'orgoglio perché non voglio pensare che di me non te n'è mai fregato nulla...

Andrea reagirà con indifferenza anche davanti a questa lunga lettera?

  • shares
  • Mail