Emma Marrone e Ferdinando Salzano non stanno insieme. La cantante: "Passerà in mano ai legali"

Emma Marrone e Ferdinando Salzano più che amici?

UPDATE ORE 17:30 Con una smentita fulminea attraverso Twitter, Emma Marrone nega di essere fidanzata con Salzano che addirittura avrebbe una moglie. L'inteprete è intenzionata a passare alle vie legali per questa triste vicenda:


Emma Marrone e Ferdinando Salzano: è nata una coppia?


E' il sempre ben informato sito SocialChannel, a rivelare, in anteprima il nuovo amore di Emma Marrone: si tratterebbe di Ferdinando Salzano, amministratore delegato Friends e Partners:

Emma Marrone ha trovato un nuovo amore: la cantante salentina fa coppia con Ferdinando Salzano, imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive, nonché amministratore delegato di Friends & Partners, agenzia live dove è entrata a fare parte Emma. Dopo aver verificato la fonte, possiamo quindi rivelarvi in esclusiva che Ferdinando, pochi giorni fa, ha scelto di fare il primo regalo alla salentina: in occasione del live show presso l’Arena di Verona, il produttore ha regalato alla Marrone un paio di scarpe, e che scarpe: un paio di favolose Louboutin. Il regalo non è passato inosservato neppure all’interno dello staff che collabora da vicino con i due: sembra infatti che gli addetti ai lavori del settore musica conoscano bene dell’esistenza di questa storia d’amore. Pare che vi siano già delle foto inedite della coppia che speriamo di potervi mostrare a breve.

E se il presente recapitato alla cantante in occasione delle prime date dell'Emma 3.0 tour fosse solamente un gesto portafortuna, un gentile omaggio tra colleghi di lavoro. Ma soprattutto che fine ha fatto Fabio Borriello, fratello minore di Marco che avrebbe accompagnato la cantante durante alcune serate disco nella Milano by night? Dissolto come nuvole in una fresca giornata primaverile.

emma marrone

La cantante salentina ha testa e cuore solo per i propri fan (Fonte Il giornale):

Sul palco vomito tutto. Poi torno in albergo e mi coglie il senso di solitudine e mi accorgo di essere per natura portata a dare tanto agli altri e poco a me stessa. È il mio modus vivendi sin da bambina: ho sempre avuto il bisogno, quasi la necessità di dover andare bene agli altri, mettendo me talvolta in secondo piano. Pensi che avevo l'ansia persino quando a otto anni recitavo la poesia durante il pranzo di Natale. E da allora non sono cambiata e mi sa che sarò così anche a ottant'anni: certi aspetti di noi ci accompagnano per tutta la vita, ci piaccia o no.

Non c'è spazio per un uomo?

  • shares
  • Mail