Fabrizio Corona, mamma Gabriella preoccupata: "Mio figlio è in un profondo stato depressivo"

La situazione giudiziaria di Corona si è aggravata e ora sua madre teme ancora di più per la sua salute.

La situazione giudiziaria di Fabrizio Corona, negli ultimi giorni, si è ulteriormente aggravata, come se non fosse già abbastanza delicata. L'ex re dei paparazzi, infatti, si è visto aumentare la pena di un anno e mezzo, a seguito del ricalcolo della pena operato dal giudice del tribunale di Lanciano, per i reati di falso e corruzione dopo il pronunciamento della Corte d'Appello di Lisbona. In Portogallo, infatti, Corona venne arrestato quando provò a fuggire dall'Italia, portando con sé delle banconote false.

Questo nuovo macigno che si è abbattuto su Corona rischia di far precipitare del tutto la sua già instabile situazione psichica. A lanciare l'allarme è ancora una volta sua madre Gabriella, che in questi ultimi mesi si è sempre battuta per far sì che suo figlio non debba scontare tutta la pena, avanzando in più occasioni la richiesta della grazia per lui.

gabriella corona verissimo

In una recente intervista al Fatto Quotidiano, la signora Gabriella commenta così questa nuova tegola che si è abbattuta su Fabrizio:

Non sta bene. Si trova in un profondo stato di depressione, visto che ogni giorno succede qualcosa. È molto dimagrito.

E recentemente, in un servizio di Quarto Grado, abbiamo potuto appurare da soli che le sue parole corrispondono al vero. Corona si trova infatti nel carcere di massima sicurezza di Opera, dove per fortuna divide la cella con un altro ragazzo, come racconta sempre sua madre:

È con un ragazzo extracomunitario, un bravo ragazzo. Con lui Fabrizio si trova bene.

Il problema è che il suo stato psicologico non gli permette di vivere serenamente e neanche di parlare di ciò che sta vivendo con chi gli è ancora accanto:

[Trascorre il tempo] Facendo cose banali. Il suo stato depressivo non gli permette di impegnarsi più di tanto nelle attività del carcere. Legge, scrive e pensa molto... Fabrizio non ha molte parole. Della sua vita all’interno del carcere di Opera non dice molto. Ma credo che lo faccia per tutelarmi, per non farmi stare male.

Il suo avvocato, Chiesa, avverte però che a questo punto è arrivato il momento di agire con una domanda di grazia parziale:

Per modificare la sua posizione ci sono poche strade, per questo abbiamo preparato una domanda di grazia parziale che a breve invieremo al capo dello Stato.

Vedremo se questa sarà la strada giusta per trovare una soluzione.

  • shares
  • Mail